Il segreto è la passione

I quarant’anni a un passo (li compirà il mese prossimo), la recente seconda maternità, l’impegno come Parlamentare da rispettare: nulla però sembra scalfire la volontà di ferro di Valetina Vezzali, che non molla, anzi rilancia. Di nuovo in pedana, nel suo habitat naturale, ad allenarsi duro come e più di prima, al punto che il ct Andrea Cipressa l’ha additata come un esempio da seguire per le più giovani. La jesina è già un monumento della scherma e dello sport mondiale, ma il tempo di appendere il fioretto al chiodo sembra non essere per lei ancora arrivato, come si capisce dalle sue stesse parole pronunciate ieri nel corso di un incontro con gli studenti presso l’università di Roma 3. Il tema? La longevità nello sport. Assieme a Valentina, è intervenuto anche Dino Zoff, Campione del mondo con l’Italia a Spagna 1982 all’età di 40 anni.

Credo che sia bello lavorare per cercare di scoprire quali sono i limiti del nostro corpo, e provare a superarli” ha dichiarato Valentina nel corso del suo intervento “Se io mi trovo ancora in pedana a confrontarmi con le mie avversarie, è perchè voglio vedere fino a che punto posso arrivare“. Sugli obiettivi agonistici prossimi futuri, la sei volte campionessa Olimpica non ha dubbi, puntando decisamente verso Rio 2016: “Non bisogna mai smettere di credere nei proprio sogni e il mio è quello di chiudere in bellezza. Chissà, vinto l’oro a  Londra magari avrei smesso…“. La strada per l’ennesima qualificazione olimpica è tutt’altro che semplice, complice anche l’assenza della prova a squadre di fioretto a Rio, ma guai a mollare: “Se noi ci crediamo, tutto è possibile. Nella vita dobbiamo andare avanti per la nostra strada e non farci spaventare da nessuno. L’importante è che, quando ci alziamo alla mattina, siamo contenti di quello che facciamo e lo facciamo con passione: fin che c’è passione, bisogna andare avanti“.
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.