Niente di nuovo

Alla prima uscita stagionale il Dream Team non tradisce le attese e conquista la vittoria a Budapest.

 

Niente di nuovo sul fronte fioretto femminile: perchè, parafrasando Gary Lineker, in questo sport alla fine vincono sempre le italiane. E la giornata odierna non ha fatto eccezione, l’ennesima vittoria per ribadire una superiorità che sta assumendo contorni preoccupanti per le avversarie: che sono poi le storiche rivali di sempre, le francesi – oggi terze – e le russe. Un “gioco”, quello del fioretto femminile a squadre, che pare ormai essere diventato un affare a tre fra le storiche scuole schermistiche europee.
E l’Italia gongola: Elisa Di Francisca, Carolina Erba, Arianna Errigo e Valentina Vezzali, in stretto e rigoroso ordine alfabetico, messe assieme formano una macchina da guerra difficilmente arginabile. Perchè le tedesche, capitanata da Carolin Golubytskiy, mettono assieme appena 21 stoccate: una situazione di punteggio che in proporzione fa fare bella figura alle cilene, che alle nostre ragazze di stoccate ne strappano undici nell’assalto di esordio. Prima dello showdown finale c’è ancora un ostacolo, la Polonia che nel turno precedente aveva fatto fuori le coreane: ostacolo scollinato sul 45-32.

Dall’altra parte del tabellone intanto risalivano il tabellone Francia e Russia, destinate a entrare in rotta di collisione in semifinale: questa volta a Guyart e compagne non riesce lo sgambetto alla banda Cerioni. A Zagabria prima e a Budapest (durante il mondiale) la storia era stata diversa: assalti tesi e Francia in finale. Qui invece Biryukova, Deriglazova, Korobeynikova e Yakovleva hanno avuto nettamente la meglio, con un netto 45-30 finale. Le transalpine si sono poi rifatte, battendo nella finalina per il bronzo la Polonia per 45-37.

La finalissima però ha avuto l’epilogo migliore per le lame azzurre, con le russe costrette ancora una volta a piegare la testa: finisce 45-40 per Arianna e compagne. Finisce con l’Italia che torna ancora una volta dall’Ungheria con un carico di medaglie pesantissimo fra tripletta nella prova individuale e il trionfo odierno nella prova a squadre. Stando alle parole del ct Cipressa, rilasciate al sito federale, le ragazze non sono ancora al top della forma: le avversarie sono avvisate…

Twitter: @agenna85

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.