Alla conquista di Tauber

La Coppa del Mondo di fioretto riparte da Tauber in Germania. Sabato prova individuale e domenica prova a squadre. E nel prossimo week-end, il Dream Team sbarca a Torino.

 

Riaprte da Tauber, dalla cittadina dove sorge la fucina dei talenti schermistici tedeschi, la Coppa del Mondo di fioretto femminile. Che fino a questo punto è parso più un campionato italiano, tanto e tale è stato il dominio del tricolore nelle prove sin qui disputate: due vittorie per Arianna Errigo (Danzica e San Pietroburgo, dove si è piazzata seconda Elisa Di Francisca), una tripletta che non ti aspetti a Budapest – con la vittoria di Valentina Cipriani davanti ad Alice Volpi e all’onnipresente Arianna Errigo – sono stati i risultati raccolti nelle gare individuali sin qui disputate. A queste vanno aggiunti i due trionfi su due nelle prove a squadre, ottenuti entrambi a spese della Russia.

Ora la nuova chiamata in gara, con le azzurre che proverranno a dare continuità alla meravigliosa stagione sin qui disputata, mentre le avversarie dal canto loro proveranno a interrompere la serie di trionfi italiani. L’aria di casa potrebbe giovare a una sin qui non brillantissima Carolin Golubitsky, come anche i piacevoli ricordi legati alla passata stagione -nonchè la voglia di farsi un bel regalo per i freschi ventiquattro anni – potrebbero dare benzina giusta a Inna Deriglazova, ultima vincitrice sulle pedane tedesche. Con lei salirono sul podio Elisa Di Francisca – seconda e battuta in finale all’ultima stoccata – Arianna Errigo e Aida Mohamed, terze a fine gara. Golubitskiy e Deriglazova sono naturalmente solo due delle possibili avversarie: perchè in casa Russia ci sono anche Julia Biryukova e Larisa Korbeynikova, senza dimenticare le coreane, che dan sempre del filo da torcere alle nostre.

La gara di Tauber è fra le ultime messe in calendario, essendo quella di quest’anno solo la quarta edizione (fino al 2010 la tappa tedesca si disputava a Lipsia). Una location, Tauber, che ha spesso portato bene alle azzurre: nel 2012 fu addirittura tripletta, con Elisa Di Francisca che si impose davanti a Valentina Vezzali e Arianna Errigo, accompagnate sul podio da Hyu Hee Nam. Nel 2011 invece altra affermazione di Elisa di Francisca, vittoriosa in finale su Inna Deriglazova, mentre a completare il podio furono l’altra russa Evgenia Lamonova e la nostra Ilaria Salvatori. Nelle gare a squadre, il computo è di una vittoria per la Russia (nel 2011, davanti a Italia, Polonia Corea) e due per l’italia, che si è imposta nelle ultime edizioni sempre battendo in finale le russe.

Lasciata Tauber, il Dream Team farà rotta verso Torino per ricevere l’abbraccio del Pala Ruffini, pronto a spingere le ragazze di Cipressa a una nuova impresa. Ma prima c’è da fare bene in Germania, e anche se il pronostico da nettamente per favorite Errigo e compagne, il giudice supremo di ogni gara di scherma è sempre e solo la pedana.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.