È la volta di Lauren

Rembi si impone a Rio. Podio per Szasz, Sun e Kolobova. Navarria e Rizzi nelle otto.

 

La settima vincitrice in altrettante prove sin qui disputate. Ma anche – e soprattutto per noi – una buonissima Italia che piazza due atlete a ridosso del podio. Ecco cosa ha raccontato la gara di ieri a Rio De Janeiro, penultima prova di Coppa del Mondo di spada femminile. A imporsi alla fine è stata la giovane francese Lauren Rembi (classe 1992), brava ad avere ragione nella finalissima dell’ungherese Emese Szasz, battuta per 15-11. Grande è la gioia per la transalpina, che tramite Facebook ha già fatto sapere di aver messo il torneo di Rio in cima alla lista delle sue gare preferite. Difficile darle torto… Al terzo posto si qualificano la cinese Sun Yujie e la russa Violetta Kolobova, stoppate in semifinale rispettivamente dalla magiara (15-10) e dalla francese (15-12). Rimane invece giù dal podio Ana Maria Branza, che battuta dalla Kolobova chiude al quinto posto.

ÈMa a Rio può sorridere anche l’Italia. Giulia Rizzi e Mara Navarria infatti hanno chiuso la loro gara a ridosso della zona podio, fermate rispettivamente da Emese Szasz (15-9) e da una Lauren Rembi che già nei sedicesimi di finale aveva estromesso Rossella Fiamingo. Degna di nota in particolare la prova della Rizzi, al rientro dopo un lungo stop per infortunio, che nel corso del suo cammino ha battuto avversarie di livello, quali la russa Yana Zvereva nel primo assalto di giornata (11-8) e la cinese Sun Yiwen (15-14). La svedese Johanna Bergdhal è stata l’ultima a cadere sotto la lama della spadista azzurra, prima dell’incrocio con Emese Szasz che ne ha decretato lo stop ai quarti di finale. Bene anche Mara Navarria, che torna a casa con un sesto posto finale frutto anche degli scalpi prestigiosi di Anqi Xu (15-8) e della campionessa olimpica di Londra, Yana Shemyakina piegata all’ultima stoccata negli ottavi di finale.  Si è fermato invece al secondo assalto di giornata il cammino delle altre sei azzurre impegnate in gara oggi: oltre che per Rossella Fiamingo, i sedicesimi di finali sono stati fatali a Bianca Del Carretto (battuta 13-12 da Myongsun Kim), Francesca Boscarelli (15-11 dalla tedesca Multerer),  Marta Ferrari (15-12 Kolobova), Francesca Quondamcarlo – che dopo aver battuto Nathalie Moellhausen nel primo assalto, ha perso 15-11 contro la cinese Hao – e Camilla Batini, battuta 15-8 da Ana Branza.

Oggi si chiude il programma con la prova a squadre, ultima gara stagionale per i quartetti, in quanto il prossimo impegno – a La Havana – è con formula Grand Prix. L’anno scorso vinse la Cina, che si impose in finale sull’Ucraina mentre sul terzo gradino del podio ci salì la Romania. L’Italia chiuse all’ottavo posto. Rossella e compagne sono chiamate all’appello: fare meglio dell’anno scorso è la missione di giornata.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.