In arrivo un super week-end

Ultimo fine settimana di Coppa del Mondo. Impegnate in pedana tutte e sei le armi.

 

Cari amici appassionati di scherma, il prossimo week-end non prendete impegni! Perchè è in arrivo una super scorpacciata di assalti. Ce n’è per tutti i gusti, dal momento che non c’è arma che venga esentata dal gareggiare. Sei gare in tre continenti per un’autentica full immersion nel nostro sport preferito. La Coppa del Mondo arriva ai suoi ultimi atti, poi sarà tempo di competizioni continentali prima del grande rendez-vous di inizio luglio sulle pedane di Kazan

I più fortunati, a questo giro, sono  sciabolatori e  fiorettiste: per loro un breve viaggio nel Vecchio Continente per raggiungere rispettivamente Plovdiv (Bulgaria) e Marsiglia (Francia), dove sono attesi da altrettante gare con formula Grand Prix. L’Italsciabola vorrà di certo continuare l’ottimo momento che sta vivendo e che ha fruttato le splendide gare di Chicago e Varsavia. Quanto alle fiorettiste, si tratta solo di mettere il punto esclamativo su una stagione che sin qui ha avuto l’unico “neo” della vittoria di Inna Deriglazova a Torino. La due giorni di sciabola partirà sabato 24 con le fasi di qualificazione per chiudersi la domenica con il tabellone principale. Per le ragazze invece la gara inizia il venerdì e si chiude il sabato.

Rotta verso Cuba invece tanto per i fiorettisti quanto per le spadiste, che muovono in direzione dell’isola centro americana direttamente da Rio De Janeiro. Ad attendere le ragazze, una prova con format di gara Grand Prix. Niente prova a squadre quindi, ed è un peccato, proprio ora che le ragazze di Sandro Cuomo erano riuscite a centrare un importante terzo posto in Brasile. Finora si sono imposte sette atlete differenti in altrettante gare (con la francese Lauren Rembi ultima in ordine di tempo a iscirversi al ricco albo d’oro stagionale): dalla battaglia di La Havana uscirà un ottavo nome o finalmente qualcuna riuscirà a fare bis come Sangyoung Park fra i maschi? Alle pedane l’ardua sentenza… Si inizia giovedì 22 con le fasi di qualificazione, si chiude venerdì con il tabellone principale.

Gara classica con prova individuale e prova a squadre invece per i fiorettisti. Le due tappe asiatiche hanno messo in gran spolvero i moschettieri degli Stati Uniti, che si sono portati a casa il bottino pieno tanto a Seul quanto a Tokyo, in quest’ultima occasione occupando in forze il podio. Più in generale – e a differenza del settore femminile – si sta assistendo a una stagione in cui i pretendenti alla vittoria sono aumentati. L’Italia continua a rimanere il riferimento, ma l’aumento della concorrenza ha dato un po’ di pepe alle gare e ne guadagna anche lo spettacolo.

Le trasferte più lunghe e impegnative toccano invece ai ragazzi della spada e alle sciabolatrici. I primi fanno infatti rotta verso Buenos Aires per una tre giorni che si apre venerdì 23 con le qualificazioni per chiudersi domenica 25 con la prova a squadre. Le prove di Parigi e Berna han dato segnali confortanti alla banda Cuomo, soprattutto grazie al secondo posto con cui il quartetto Bino, Fichera, Garozzo e Pizzo ha chiuso la prova a squadre del Trofeo Monal.

Prova Grand Prix invece per le sciabolatrici. Pechino è l’ultima tappa del loro personale giro del Mondo e arriva a tre settimane di distanza dalla gara di Chicago che ha rivisto di nuovo sul podio Irene Vecchi. Il duello fra Olga Kharlan e Mariel Zagunis (che proprio a Pechino, nel 2008, firmò il suo secondo oro olimpico) è pronto per scrivere un nuovo capitolo, con l’augurio che fra le due litiganti possa – perchè no – goderne un’azzurra. Si inizia sabato con le qualificazioni, quindi domenica sarà la volta del tabellone principale che assegnerà l’ultima vittoria della “regualar season” 2013/2014.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Alessandro Gennari per Pianeta Scherma
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.