Mammia mia, Aldo!

Aldo Montano trionfa nella prova di sciabola maschile a Varsavia.  Terzo posto per Luigi Samele. 

 

Una vittoria netta, senza storia: un 15-5 che non da possibilità di appello al tedesco Max Hartung. L’atto finale del capolavoro polacco di Aldo Montano non poteva che essere una dimostrazione assoluta di classe e forza che consegna al fuoriclasse livornese un trionfo in Coppa del Mondo che mancava dal 2011, allorchè si impose a Plovidv. Non c’era modo migliore per dare continuità alla splendida prova di Chicago, chiusa al secondo posto nel giorno della prima volta di Luigi Samele. Che oggi si ferma al terzo posto, fermato proprio da Max Hartung, teutonico con il vizietto di sgambettare gli azzurri e ultimo, insormontato  ostacolo a un remake della finale chicagoana. Sul gradino più basso del podio ci sale anche Alexey Yakimenko, che per la seconda volta di fila deve alzare bandiera bianca di fronte al campione olimpico di Atene 2004.

Continuità di risultati aveva chiesto Giovanni Sirovich alla vigilia della partenza, e prontamente i suoi ragazzi lo hanno accontentato. E così il commissario tecnico della sciabola può incassare, oltre al doppio podio, anche altre buone notizie. Diego Occhiuzzi si è fermato a un passo dalla finale a otto stoppato dal russo Yakimenko (15-10), così come a ridosso dei primi otto si è fermato Gabriele Foschini, che dopo aver battuto nei primi due assalti di giornata il polacco Skubiszewski (15-14) e il bielorusso Shachanin (15-10), viene stoppato negli ottavi di finale dal francese Anstett (15-9). Termina al tabellone dei 32 il cammino tanto di Enrico Berrè (piegato all’ultima stoccata da Hartung), quanto di Luigi Miracco, uscito sconfitto 15-7 dal derby con Diego Occhiuzzi. Fuori invece al primo assalto Alberto Pellegrini – battuto 15-12 dal solito Max Hartung – e Luca Curatoli, sconfitto con medesimo punteggio dal francese Lambert.

Il commissario tecnico azzurro ha quindi di che gongolare in vista degli appuntamenti clou della stagione: settimana prossima ultima fatica di Coppa a Plovdiv, quindi sarà il tempo di pensare a Europei e Mondiali. E ora che Montano è tornato a ruggire in cima al podio di Coppa del Mondo, stiamo certi ci sarà da divertirsi.

 

Finale
Montano (ITA) b. Hartung (Ger) 15-5

Semifinali
Montano (ITA) b. Yakimenko (Rus) 15-13
Hartung (Ger) b. Samele (ITA) 15-10

Quarti
Montano (ITA) b. Sun (Chn) 15-7
Yakimenko (Rus) b. Szilagyi (Hun) 15-14
Samele (ITA) b. Gu (Kor) 15-11
Hartung (Ger) b. Anstett (Fra) 15-13

Tabellone dei 16
Montano (ITA) b. Apithy (Fra) 15-11
Yakimenko (Rus) b. Occhiuzzi (ITA) 15-10
Samele (ITA) b. Wagner (Ger) 15-13
Anstett (Fra) b. Foschini (ITA) 15-9

Tabellone dei 32
Montano (ITA) b. Koch (Ger) 15-10
Occhiuzzi (ITA) b. Miracco (ITA) 15-7
Samele (ITA) b. Casares (Esp) 15-14
Hartung (Ger) b. Berrè (ITA) 15-14
Foschini (ITA) b. Shachanin (Blr) 15-9

Tabellone dei 64
Montano (ITA) b. Huebers (Ger) 15-10
Lambert (Fra) b. Curatoli (ITA) 15-12
Occhiuzzi (ITA) b. Armijo (Usa) 15-12
Miracco (ITA) b. Tian (Chn) 15-12
Samele (ITA) b. Galushkin (Rus) 15-5
Berrè (ITA) b. Velikyi (Rus) 15-14
Hartung (Ger) b. Pellegrini (ITA) 15-12
Foschini (ITA) b. Skubiszewski (Pol) 15-14

Tabellone dei 64 – qualificazioni
Pellegrini (ITA) b. De La Fuente (Esp) 15-10
Foschini (ITA) b. Kosman (Pol) 15-10

Fase a gironi
Luca Curatoli: 5 vittorie, 1 sconfitta
Gabriele Foschini: 5 vittorie, 1 sconfitta
Luigi Miracco: 5 vittorie, 1 sconfitta
Alberto Pellegrini: 4 vittorie, 2 sconfitte

Classifica (135): 1. Montano (ITA), 2. Hartung (Ger), 3. Samele (ITA), 3. Yakimenko (Rus), 5. Szilagyi (Hun), 6. Gu (Kor), 7. Anstett (Fra), 8. Sun (Chn).
9. Occhiuzzi (ITA), 15. Foschini (ITA), 18. Berrè (ITA), 24. Miracco (ITA), 39. Curatoli (ITA), 45. Pellegrini (ITA).

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

 
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.