Buon compleanno… Arianna Errigo

Arianna Errigo compie oggi 26 anni. Alla vigilia degli Europei di Strasburgo, ripercorriamo la già prestigiosa carriera di una fuoriclasse della scherma azzurra contemporanea.

 

Buon compleanno ad Arianna Errigo. La fiorettista azzurra, a soli 26 anni (è nata a Monza il 6 giugno 1988), grazie alla sua scherma aggressiva e sempre all’attacco si è già conquistata un posto di rilievo nella pur affollata galleria di campionesse del fioretto femminile, che da tempo è il fiore all’occhiello della scherma italiana.

La storia sportiva di Arianna Errigo è fin dagli esordi degna dei predestinati: nel 2004, a neanche 16 anni, vince i Mondiali Cadetti a Plovdiv e due anni più tardi, nel 2006 a Poznan, conquista la medaglia d’oro negli Europei categoria Giovani. Il 2009 è l’anno del balzo tra le grandi del fioretto: nella stagione che le regalerà la prima vittoria in Coppa del Mondo di specialità (ne seguiranno altre due, nelle ultime due stagioni 2011/12 e 2012/13, per un totale di otto vittorie finora in prove di Coppa), Arianna centra il podio in entrambe le grandi competizioni dell’annata, con due bronzi individuali e altrettanti ori nella prova a squadre agli Europei di Plovdiv e ai Mondiali di Antalya, nel quartetto da sogno formato anche da Elisa Di Francisca, Valentina Vezzali e Margherita Granbassi.

Tra 2010 e 2011 arrivano una serie di altre medaglie nelle prove clou della stagione: due medaglie d’oro a squadre agli Europei di Lipsia e Sheffield, un argento individuale e un oro a squadre ai Mondiali di Parigi 2010, un argento nella prova a squadre ai Mondiali di Catania nel 2011. Il 2012, dopo l’oro a squadre e il bronzo individuale agli Europei di Legnano, è l’anno delle Olimpiadi di Londra: l’immancabile oro nella prova a squadre contro la Russia è però soltanto in parte una consolazione della sconfitta nella finalissima per la medaglia d’oro, all’ultima stoccata e nel minuto supplementare, subita da Elisa Di Francisca, 12-11 il punteggio finale.

Nel 2013, in aggiunta alle medaglie d’oro a squadre agli Europei di Zagabria e ai Mondiali di Budapest, è la volta del primo oro mondiale nella prova individuale a Budapest, con la vittoria in finale su Carolin Golubytskyi. In questa stagione, che l’ha vista sul gradino più alto del podio in quattro gare di Coppa del Mondo (Danzica, San Pietroburgo, Shanghai e Marsiglia), siamo oggi alla vigilia degli Europei di Strasburgo: l’oro individuale nella prova continentale manca ancora alla già ricca bacheca di Arianna, sarà questa la volta buona? Nel frattempo, auguri!

 

Twitter: MattiaBoretti

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.