Da Tbilisi altre medaglie

Andrea Santarelli ed Emanuele Rocco conquistano l’argento e il bronzo nella gara di spada maschile. Alice Volpi, quinta,  migliore delle azzurre nella prova di fioretto femminile. 

 

Arrivano ancora medaglie dagli Europei Under 23 di scherma in corso a Tbilisi, in Georgia. Dopo l’oro di ieri di Brenda Briasco, è ancora la spada a regalare metalli all’Italia: questa volta arrivano un argento (con Andrea Santarelli) e un bronzo (con Emanuele Rocco, alla sua prima volta in una competizione continentale). Per entrambi è stato insormontabile l’ostacolo russo, impersonificato in Dmtry Gusev, che dapprima ha battuto all’ultima stoccata Emanuele Rocco in semifinale, quindi si è preso il titolo stoppando sul 15-13 il tentativo di rimonta di Andrea Santarelli che, sotto 14-11, arriva a una stoccata dal pari prima di subire la zampata decisiva del russo. A completare il podio un altro russo, Chzhan-Shan Liu.

Per quanto riguarda gli altri italiani in gara oggi, si ferma a un passo dal podio Andrea Vallosio, alla fine ottavo. A stoppare la sua corsa è stato il russo Liu, complice anche un infortunio al ginocchio patito dall’azzurro sul finire dell’assalto, quando il russo conduceva per 11-10. Alla fine Liu si è imposto 15-13, spezzando il sogno di medaglia di Vallosio. Stop ai sedicesimi di finale invece per il quarto azzurro, Fabrizio Citro, fra l’altro campione uscente: a imporglielo è stato il danese Von Der Osten, vittorioso per 15-10.

Poca gloria per i colori italiani invece nell’altra gara in programma oggi, ovvero quella di fioretto femminile. La migliore delle italiane è stata Alice Volpi, battuta nell’assalto decisivo per accedere alla zona medaglie dalla futura campionessa europea, la polacca Martyna Jelinska. Finisce invece agli ottavi di finale il cammino delle altre tre azzurre in gara, ovvero Beatrice Monaco (beffata all’ultima stoccata dalla polacca Marika Chrzanowska), Camilla Mancini e Francesca Palumbo, entrambe battute 15-13 rispettivamente dalla russa Adelina Zagidullina e dall’austriaca Olivia Wohlgemuth, entrambe sul podio a fine giornata.

Come detto, la gara è stata infine appannaggio della polacca Martyna Jelinska, che ha battuto con il brivido Adelina  Zagidullina: sotto 11-14, la russa è riuscita a risalire fino al 14-14. La roulette dell’ultima stoccata ha poi premiato la polacca, che così si laurea campionessa europea. Podio per la connazionale Marika Chrzanowska e per l’austriaca Olivia Wohlgemuth.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.