Fencingmob a Milano

Nella sala d’armi della Società del Giardino, presentato il flash mob. Appuntamento domenica 7 settembre.

 

Mancano soltanto tre giorni al più grande flash mob a tema schermistico che il Mondo abbia mai conosciuto. E oggi, in una conferenza stampa tenutasi nella storica sala d’armi della Società del Giardino di Milano, è stato ufficialmente presentato l’evento che riguarderà il capoluogo lombardo. Una sfilata che avrà inizio presso l’Arena Civica (appuntamento per tutti gli schermidori alle ore 14, dove verranno fornite indicazioni sulla coreografia da eseguire, ideata dal Maestro Alberto Bernacchi) e che, attraverso il Castello Sforzesco e le vie del centro, terminerà nel magnifico scenario di Piazza del Duomo dove, alle ore 16, verrà effettuato il vero e proprio flash mob. Per il pubblico presente, sarà inoltre possibile entrare in contatto diretto con questo sport magnifico che è la scherma, attraverso i numerosi Maestri presenti che soddisferanno tutte le curiosità e impartiranno i primi rudimenti agli aspiranti schermidori.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione odierna, moderata da Gian Piero Scevola – giornalista e membro dell’Ufficio Comunicazione del Coni Regionale – e Gabriele Aru – Consigliere Delegato G.S.A. della Federazione Italiana Scherma/ Comitato Regionale Lombardo – sono intervenuti, fra gli altri,  il Presidente del Comitato Lombardo della Federazione Italiana Scherma Dott. Gianfranco Magnini, il Consigliere della Federazione Italiana Scherma Avv. Giuseppe Cafiero e il Presidente della Società del Giardino, Dott. Alessandro Gerli. Non ha voluto far mancare un proprio messaggio nemmeno il Presidente della Federazione Italiana Scherma Giorgio Scarso, il quale – intervenuto telefonicamente – ha voluto fare il suo personale augurio agli organizzatori per la buona riuscita della manifestazione: «A nome della Scherma italiana» ha detto Scarso «voglio fare i miei complimenti alle società di Milano per aver organizzato questo evento che vede il movimento italiano come capofila di un evento che coinvolge tutto il Mondo. Pertanto, non posso che complimentarmi con la Società del Giardino e con tutti gli organizzatori e fare loro il mio più grosso augurio per la buona riuscita della manifestazione».

Terminato l’intervento presidenziale, è toccato all’Ing. Cafiero prendere la parola, per sottolineare l’importanza della dimensione social che ha permesso alla Federazione di tramettere in tempo reale le emozioni che arrivano dai campi di gara ma anche tutte le iniziative da essa stessa promosse. Quindi il Dott Magnini ha voluto sottolineare la mission che sta alla base di questo evento mondiale quale  è il fencingmob, ovvero quello di «portare la scherma al di fuori delle sali d’armi, dove nessuno conosce gli atleti e dove la scherma non ha il contatto diretto con il pubblico. Mettere in pratica l’idea lanciata dalla federazione, quindi, ci ha subito stuzzicato e per questo motivo mi sono subito messo in moto per realizzarlo. Mi auguro che tutto vada per il meglio, a Milano come anche negli altri luoghi qui in Lombardia dove è previsto il flash mob, come Bergamo e Legnano nell’ambito della “Giornata dello sport”»

Dietro all’organizzazione, la società Scherma&20, la cui creatrice – l’Avv. Joelle Piccinino – ha parlato della sfida importante raccolta nel mettere in piedi in così poco tempo un evento di questa portata: «La Federazione Italiana Scherma ha lanciato l’iniziativa soltanto a luglio, quando ormai tutte le sale erano chiuse. Ma la sfida era talmente bella che non potevo non accettarla e, grazie a dei collaboratori fantastici fra cui cito la Maestra Ela Narkiewicz (della sala d’armi Piccolo Teatro, ndr), ce l’ho fatta. Un ringraziamento va a tutte le Sale di Milano e non solo che hanno aderito all’iniziativa inviando i loro Maestri, che daranno anche i primi rudimenti di scherma a chi vuole provare. la speranza è poi quella di poter contare sulla presenza di alcuni Campioni a cui ho rivolto l’invito».

Fra gli interventi, interessante quello che del presidente della Sala d’Armi Piccolo Teatro, avv. Michele Calleri, che ha auspicato una risposta da parte delle autorità cittadine alla cronica mancanza di spazio dedicato all’attività sportiva, un problema da cui nemmeno la scherma è esente: «A Milano c’è una domanda di scherma che è due volte superiore all’offerta. Purtroppo gli spazi a disposizione sono ridotti, necessitiamo di trovare nuovi posti dove permettere agli atleti di allenarsi. La speranza è che questo evento possa portare all’attenzione delle autorità e delle istituzioni l’annosa questione della carenza di spazi per lo sport».

In conclusione, ha parlato il Dott. Alessandro Gerli, che ha lanciato una piccola anticipazione su quanto potrebbe accadere nel 2015: «In occasione di Expo 2015, stiamo lavorando a un’idea di un evento che riunisca gli schermidori di tutti i continenti. Già ci siamo mossi con chi di dovere, ma al momento non posso garantire che la cosa avrà un seguito. Diciamo che il prodotto è ancora in fase di ultimazione…»

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Scherma&20

 
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.