Bene brava bis!

Arianna Errigo vince a Saint Maur. Terzo posto e primo podio in carriera per Chiara Cini.

 

Insaziabile, imbattibile. Semplicemente la più forte di tutte. Non esistono aggettivi che non siano già stati usati per definire Arianna Errigo. Ancora una volta, a Saint Maur, è stata la migliore del lotto, infilando la seconda vittoria su due gare disputate in questo inizio di stagione. Non lascia niente alle avversarie, Arianna, che in finale regola 15-8 l’americana Lee Keifer, in un assalto dominato fin dalle prime battute e dall’esito mai in discussione. La giovane americana, già bronzo ai Mondiali di Catania 2011, cresce, si prende lo scalpo di Inna Deriglazova in semifinale dopo aver superato agilmente Elisa Di Francisca ai quarti, ma è costretta a chinarsi davanti alla bicampionessa del mondo.

E stavolta Arianna non è da sola. Ad accompagnarla, nella copertina di giornata, è Chiara Cini, 24enne di Cascina al primo podio in carriera tra le assolute. Una prova resa ancora più brillante dalla sensazione di essere stata l’unica ad aver dato veramente fastidio alla Errigo, in una semifinale persa per 15-13, e dalla consapevolezza di aver battuto Valentina Vezzali inuno di quegli assalti a punteggio basso che di solito piacciono tanto alla jesina e aver eliminato per 15-11 il bronzo mondiale Ines Boubakri.

chiara cini arianna errigo

  • Chiara Cini e Arianna Errigo al termine della semifinale a Saint Maur.

Per l’Italia del fioretto femminile è stata un’altra giornata indimenticabile, un passo avanti rispetto alla prova di Cancun, dove Arianna fu l’unica azzurra a finire tra le prime. Stavolta, come detto, c’è Chiara Cini sul podio, e ci sono altre tre ragazze tra le prime otto, con una finale dominata dall’azzurro. Segnali di ripresa da parte di Elisa Di Francisca, che batte Carolin Golubytskyi prima di essere eliminata dalla Kiefer. Una sola stoccata ha negato il podio a Valentina Vezzali, mentre Alice Volpi ha visto interrompersi ai quarti contro Inna Deriglazova una giornata che era inziata con una bella vittoria per 15-13 su Martina Batini.

Se Arianna Errigo, dunque, è sempre più una garanzia, a far sorridere è soprattutto la giornata delle altre, in netta crescita dopo un avvio di stagione complicato. Domani c’è la prova a squadre, e l’obiettivo è certamente quello di riprendersi quanto perso in Messico: il primo gradino del podio.

 

Twitter: GabrieleLippi1

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Foto di Augusto Bizzi per Federscherma
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.