Non ho tirato la mia scherma

Le dichiarazioni di Elisa Di Francisca in conferenza stampa dopo il secondo posto a Torino.

 

Perdere non piace mai a nessuno, figurarsi a una campionessa del calibro di Elisa Di Francisca, che ancora una volta vede svanire sul più bello il pensiero stupendo di una vittoria in Coppa del Mondo, che manca alla sua bacheca ormai da un bel pezzo. Tuttavia la jesina non perde il suo sorriso e la sua voglia di scherzare in conferenza stampa. «Ho aggiustato pian piano il meccanismo che si era inceppato dopo l’esordio a Como, fra probelmi alla schiena e problemi vari. Oggi tutto bene, niente di rotto, nessun problema e questo è bene».

Tuttavia resta un rammarico nella gara di oggi: «Non sono soddisfatta di come ho tirato, non ho tirato bene e non posso esserne felice. Oggi ho perso con Arianna – che è in forma ed è una grandissima campionessa – ma senza essere riuscita a tirare la mia scherma. E questo mi dispiace». Leit motiv della gara di oggi è stata la partenza ad handicap in quasi tutti gli assalti, che hanno poi costretto la jesina a una faticosa rimonta, oltre ad aver messo a rischio le coronarie dei tifosi: «Partivo un po’ deconcentrata, come se ci fosse qualcosa che mi trattenesse. Poi però mi scaldavo, ero agguerrita e avevo voglia di combattere e mettere a posto la situazione. Il problema è che mi trattengo, come se avessi il freno a mano tirato»

Come per Arianna Errigo, inevitabile la domanda sulle qualificazioni per Rio, a cui la jesina risponde ammettendo con franchezza che un po’ la pressione si sente: «Questa situazione pesa. Forse troppo, perché la strada che porta a Rio è molto lunga, le gare sono molte e, perlomeno parlo per me, non sempre si riesce a essere al top».

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.