GP maschile, Italia a forza 10

In sei si aggiungono ai già qualificati Berrè, Montano, Occhiuzzi e Samele. Subito derby Pellegrini – Foschini.

 

Saranno dieci gli italiani che domani andranno a caccia del risultato nel tabellone principale del Grand Prix di sciabola in corso di svolgimento a New York. Le fasi di qualificazione svoltesi oggi, hanno infatti visto aggiungersi ai già qualificati Aldo Montano, Luigi Samele, Diego Occhiuzzi ed Enrico Berrè, anche Gabriele Foschini, Stefano Sbragia, Luigi Miracco, Giovanni Repetti, Luca Curatoli e Alberto Pellegrini.

Ottima in particolare la prova di  Repetti,  Miracco,  Foschini e  Sbragia: tutti loro, infatti, hanno strappato il ticket per il tabellone principale grazie all’ottima condotta nella fase a gironi, con i primi due azzurri autori di un percorso netto fatto di 6 vittorie in altrettanti assalti, mentre gli altri due hanno rimediato una sola sconfitta al netto di cinque vittorie. Passa invece da un palpitante assalto all’ultima stoccata con il russo Ilya Motorin la qualificazione di Luca Curatoli, mentre Alberto Pellegrini approfitta del ritiro del tedesco Robin Schroeder.  Nulla da fare, invece, per Lorenzo Romano (battuto 15-10 dal bielorusso Siarhei Sachanin) e Massimiliano Murolo (uscito sconfitto per 15-8 dal match contro il francese Vincent Anstett).

Il tabellone prevede subito uno scontro tutto azzurro fra Gabriele Foschini e Alberto Pellegrini, con il vincitore che potrebbe già incrociare al turno successivo Aldo Montano qualora il livornese batta il belga Seppe Von Holsbeke. Tre gli incorci Italia/Francia: Luigi Samele contro Vincent Anstett, Luca Curatoli contro Jullien Pillet e Stefano Sbragia contro Emmanuel Gans. Diego Occhiuzzi pesca il sempre ostico georgiano Sandro Bazadze – che già gli aveva dato una delusione, non senza polemiche, ai Mondiali di Budapest 2013 – Enrico Berrè invece comincia con l’egiziano Ziad Elsissy. Luigi Miracco contro Andrew Mackiewicz (Usa) e Giovanni Repetti contro Tamas Decsi (Hun), completano il quadro degli accoppiamenti azzurri per quanto riguarda il primo turno.

Fra gli altri match da seguire, sebbene non riguardino direttamente i colori italiani, si segnala quello del vincitore di Budapest Bongil Gu impegnato contro lo statunitense Jeff Spear, Veniamin Reshetnikov – sulla strada di Luigi Miracco potenzialmente già al secondo assalto – contro l’argentino Stefano Ivan Lucchetti e un interessante assalto fra Nicholas Limbach e il giovane ungherese Andras Szatmari, con la possibilità per il vincitore di giocarsi un ancor più intrigante sedicesimo di finale contro Alexey Yakimenko, con il russo chiamato all’esordio contro il francese Arthur Zatko. Aron SzilagyRoman Sydorenko (Ukr) e Nikolay Kovalev (Rus) – Aliaksandr Buikevich (Blr) sono altri match da segnare sul taccuino.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

 
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.