Bebe, i primi 18 anni di un fenomeno del fioretto

Beatrice Vio diventa maggiorenne. E punta all’unico titolo che le manca: il mondiale assoluto.

 

 

Una giornata speciale per una ragazza speciale. Bebe Vio compie 18 anni, e da ragazza diventa una giovane donna adulta. Ma Bebe è già grande.
Da quel giorno di fine 2008 e dalla meningite sono passati quasi 7 anni. Ne aveva 12 quando ha ricominciato a tirare di scherma, la prima al mondo a farlo senza braccia né gambe.

Per riprendere a fare ciò che amava, per non abbandonare la sua passione, ha dovuto smentire chi le diceva che non sarebbe più stato possibile, per lei, brandire un fioretto. L’ha fatto con la sua forza di volontà, con l’aiuto di mamma Teresa e papà Ruggero, con la competenza e le intuizioni di chi per lei ha costruito una protesi speciale. Si è fatta legare a una carrozzina e ha ricominciato a vincere, una stoccata dopo l’altra, un titolo dopo l’altro.

Dominatrice assoluta nelle categorie giovanili, con un titolo mondiale under 17 conquistato nel 2014 e uno italiano under 20 nel 2011, si è già laureata campionessa europea assoluta individuale e a squadre nella rassegna continentale tenutasi a Strasburgo l’anno scorso. Due volte campionessa italiana tra le adulte (2012 e 2013), prima nel ranking mondiale e con un conto rimasto aperto,quello col titolo mondiale che le è sfuggito nella sua prima e finora unica rassegna iridata assoluta, Budapest 2013.
Diciotto anni può essere l’età giusta per riuscirci. Forza Bebe!

 

Twitter: GabrieleLippi1

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Foto di Augusto Bizzi per Federscherma
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.