Johannesburg: l’Italspada femminile giù dal podio

Azzurre quarte in Sudafrica per la prima volta dopo sette gare. Vince la Cina, Romania seconda, Francia terza. 

 

Prima o poi bisognava scendere. E forse è meglio averlo fatto adesso, nella prima gara valida per le qualifiche olimpiche, che tra qualche mese, quando saranno in gioco titoli e punti ancora più importanti. Dopo sette podi consecutivi, l’Italspada femminile si è fermata al quarto posto a Johannesburg, sconfitta dalla Cina in semifinale e dalla Francia nell’assalto per il terzo posto. La vittoria è andata alle cinesi, che si sono imposte 26-24 sulla Romania.

Il quartetto azzurro, composto come sempre da Bianca Del Carretto, Rossella Fiamingo, Mara Navarria e Francesca Quondamcarlo, non aveva lasciato niente al caso. I preparativi per la gara erano iniziati la sera prima, col rituale dello smalto. Rosso, stavolta, non rosa come in occasione della vittoria di Buenos Aires. Un dettaglio, il colore, perché come ricordato da Mara Navarria, «è sufficiente la condivisione».

La gara era iniziata in maniera promettente, con un ottavo e un quarto superati agevolmente: 45-33 alla Svizzera, 45-38 alla Svezia. Lo stop è arrivato in semifinale, contro la Cina, capace di imporsi 30-20. Poi la finale per il terzo posto, iniziata con l’obiettivo di centrare il terzo podio stagionale, conclusa con una sconfitta per 45-41.

La buona notizia è arrivata dal ranking, perché grazie alla prova sbiadita della Russia, eliminata ai quarti dalla Francia e giunta settima, le azzurre hanno conservato il primo posto nella graduatoria mondiale. Per ritrovare il podio c’è tempo. Prossima tappa Montreux: campionati europei.

 

Twitter: GabrieleLippi1

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Foto di Marie-Lan Taÿ Pamart
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.