Coppa del Mondo, parte la volata finale

Ultimi tre Grand Prix per la “regular season” 2014/2015. Poi spazio a campionati continentali e i Mondiali

 

Una settimana di stacco per ricaricare le pile dopo il super week-end di inizio maggio, poi via per la volata finale che avrà la sua apoteosi nei Mondiali di Mosca a luglio. Le cupole di San Basilio ormai sono in vista per tutti gli schermidori, luglio è più vicino di quanto si pensi e all’orizzonte anche il Cristo del Corcovado comincia timidamente ad occupare le menti di chi aspira sfidarsi alla sua ombra fra dodici mesi o poco più.

Tre Grand Prix, quindi i campionati continentali – eccezion fatta per i Panamericani, che hanno già emesso i loro verdetti il mese scorso – e i Mondiali. Un finale di stagione da bere tutto d’un fiato, ma attenzione a non commettere errori: la Road to Rio è nel pieno del suo svolgimento e ogni passo falso può incidere in maniera drammaticamente decisiva nella corsa a un posto per le prossime Olimpiadi. Punti pesantissimi in palio, fra Shanghai, Rio De Janeiro e Mosca.

Si parte proprio dalla Cina, dove nel week-end che arriva a sfidarsi saranno fiorettiste e fiorettisti: grande battaglia in particolare si attende nella gara femminile, dove il ranking individuale sarà il lasciapassare per il Brasile. Ma è tutta da seguire anche la prova maschile, per l’incertezza del pronostico che alligna da inizio stagione e perché, pur essendoci la qualifica a squadre, guadagnare punti e posti in classifica è fondamentale per tutti quei tiratori che difficilmente possono aspirare a qualificare. Non va poi dimenticata la lotta per la Coppa del Mondo, più aperta che mai, sopratutto grazie al dualismo Cheremisinov – Imboden.

Dalla Cina al Brasile, da Shanghai a Rio de Janeiro: per spadiste e spadisti il penultimo week-end di maggio sarà un antipasto di Olimpiade. Una gara che in passato ha detto bene alla nostra Rossella Fiamingo, qui trionfatrice nel 2012 e chissà che proprio da qui non possa partire il riscatto della campionessa del Mondo di Kazan… Al maschile la storia ormai è la solita da inizio anno, con la Francia pronta a calare ancora l’asso vincente e tutti gli altri a tentare di fermarne il dominio.

Saranno invece le pedane di Mosca a chiudere la “regular season” della sciabola: nella città che a metà luglio ospiterà i Mondiali, Olga Kharlan studia lo scherzetto alla padrona di casa Sofya Velikaya, anche se il vero colpo grosso sarebbe firmare proprio a Mosca la terza medaglia d’oro iridata. Tempo al tempo. Bellissima la lotta in campo maschile: non solo in casa Italia, ma anche e soprattutto fra i russi padroni di casa. Non c’è prova a squadre, si lotta per ogni singolo punto a livello individuale. Spettacolo garantito, antipasto di quello che sarà di certo un grandissimo mondiale.

Allacciate le cinture, sta per partire un grandissimo finale di stagione!

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.