Spada, i nuovi ranking a un terzo di stagione

Rossella Fiamingo spodestata dalla cinese Xu. Al maschile comanda Grumier, terzo Garozzo. 

 

Il doppio appuntamento del Grand Prix di Doha ha sancito, anche per la spada femminile e maschile, il termine della prima tranche di stagione. In entrambi i settori è mancato un dominatore o una dominatrice, a differenza di quanto accaduto ad esempio al maschile nella passata stagione quando, seppur con attori differenti, era stata la Francia a monopolizzare il proscenio. In casa Italia sono arrivate le soddisfazioni del podio di Enrico Garozzo a Tallinn, ma soprattutto della splendida e significativa vittoria di Mara Navarria a Doha, due giorni dopo la morte del suo adorato Maestro Oleg Pouzanov.

Spada femminile

La nostra Rossella Fiamingo paga il suo momento di poca brillantezza subendo il sorpasso in vetta da parte della cinese Anqi Xu, mentre sul terzo gradino del “podio” si issa la tunisina Sarra Besbes. Fra le prime cinque anche la russa Violetta Kolobova e la romena Ana Maria Branza, ora Popescu per matrimonio. Si rivedono ai piani alti della classifica anche Nathalie Moellhausen, dodicesima, e Britta Heidemann, che prova a completare la sua rincorsa olimpica partendo dalla casella sedici ed evitandosi così fatiche fisiche e psicologiche di un’ulteriore giornata di gara. In chiave azzurra, la vittoria di Doha ha proiettato Mara Navarria alla settima piazza.

1 185 XU Anqi
2 170 FIAMINGO Rossella
3 166 BESBES Sarra
4 150 KOLOBOVA Violetta
5 130 POPESCU Ana Maria
6 123 SZASZ Emese
7 118 NAVARRIA Mara
8 118 SHIN A Lam
9 116 SUN Yiwen
10 112 LOGUNOVA Tatiana
11 103 SUN Yujie
12 101 MOELLHAUSEN Nathalie
13 101 CHOI Injeong
14 97 HURLEY Kelley
15 89 SAMUELSSON Emma
16 89 HEIDEMANN Britta

Nella classifica per squadre comanda la Romania su Cina Russia, risalita in maniera prepotente dopo due vittorie di fila in altrettante prove. Quarta piazza per l’Italia, che però è in grossa difficoltà nella specialie classifica per la qualifica olimpica, dove naviga in ottava posizione e vede al momento compromessa la propria partecipazione ai Giochi di Rio.

1 364 ROMANIA
2 344 CINA
3 288 RUSSIA
4 274 ITALIA
5 243 STATI UNITI

Spada maschile

Gauthier Grumier continua a rimanere saldo in testa alla classifica maschile, pedinato da Max Heinzer e dal nostro Enrico Garozzo. Quarto posto per il Campione Olimpico Ruben Limardo Gascon, chiude la top five un altro francese, Yannick Borel. Ben quattro i transalpini presenti fra i primi 16. All’interno dei quali trovano spazio anche il giapponese Minobe e il redivivo olandese Bas Verwijlen, forse il vero protagonista di questa prima parte di stagione, con una vittoria e un terzo posto.

1 179 GRUMIER Gauthier
2 148 HEINZER Max
3 143 GAROZZO Enrico
4 114 LIMARDO GASCON Ruben
5 112 BOREL Yannick
6 111 GUSTIN Ronan
7 109 BOCZKO Gabor
8 108 IMRE Geza
9 100 JERENT Daniel
10 99 KAUTER Fabian
11 98 NOVOSJOLOV Nikolai
12 97 MINOBE Kazuyasu
13 92 JUNG Seunghwa
14 87 PARK Kyoungdoo
15 81 VERWIJLEN Bas
16 81 PITRA Pavel

Comanda la Francia anche nella classifica a squadre, davanti a Ucraina e Corea del Sud, mentre Svizzera e Russia chiudono la top 5. Sesto posto per l’Italia, che però è ottimamente messa nella corsa al posto per Rio 2016.

1 360 FRANCIA
2 310 UCRAINA
3 280 COREA
4 278 SVIZZERA
5 254 RUSSIA

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

 

 

 
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.