Road to Rio: fioretto donn e sciabola maschile

Il punto sulla lotta individuale nelle due discipline assenti a squadre a Rio. Giochi fatti per le fiorettiste azzurre, Montano e Curatoli al momento qualificati nella sciabola. Incertezza anche in altre nazioni.

 

 

Il count down recita meno tre. Tante quante sono le gare ancora valide per artigliare i pass per Rio: due prove di Coppa del Mondo e un Grand Prix decreteranno chi nel prossimo agosto si sfiderà per giocarsi le medaglie che tutti gli atleti e le atlete sognano fin dai loro primi passi in pedana. Si riparte a Gennaio, da Tauber per le fiorettiste e da Padova per gli sciabolatori. Nell’attesa che tutti i protagonisti tornino in azione, diamo un’occhiata alla situazione aggiornata a dopo i Grand Prix di Torino e Boston

Fioretto femminile

fioretto donne rio

Fonte: Fencing – Qualifications for Rio 2016 Olympics/ Facebook

Giochi conclusi in casa Italia: il Grand Prix di Torino ha sancito anche per l’aritmetica la fine dei sogni per Valentina Vezzali e Martina Batini. Saranno quindi Elisa Di Francisca ed Arianna Errigo a difendere i colori italiani sulle pedane olimpiche. Matematica anche la presenza di Inna Deriglazova, mentre per il secondo posto in casa Russia è lotta strettissima fra Larisa Korobeynikova e Aida Shanaeva, con le due separate da un divario minimo in favore della prima.

Fra le qualificate direttamente come Top14 anche le francesi Ysaora Thibus e Astrid Guyart, le americane Lee Kiefer e Nzingha Prescod (con Nicole Ross ancora in agguato), la tunisina Ines Boubakri, la coreana Hee Sook Jeon, la cinese Huilin Le, l’ungherese Aida Mohamed e la colombiana Saskia Van Erven Garcia.

Ad esse vanno poi aggiunte le qualificate per zona continentale: Hanna Lyczbinska (Polonia) e Edina Knapek (Ungheria) per l’Europa, Hyunhee Nam (Corea) e Yonghsi Liu (Cina) per l’Asia, Anissa Khelfaoui (Algeria) e Noura Mohamed (Egitto) per l’Africa, mentre Eleanor Harvey (Canada) e Isis Gimenez (Venezuela) sono le due qualificate per la zona Pan Americana.

Sciabola maschile

sciabola maschile rio

Fonte: Fencing – Qualifications for Rio 2016 Olympics/ Facebook

Tantissime le questioni aperte, non solo fra gli azzurri ma anche nelle altre nazioni. La splendida impresa di Boston ha fatto compiere un notevole passo in avanti ad Aldo Montano, tanto nella classifica olimpica quanto in quella interna all’Italia: è proprio il fuoriclasse livornese, al momento, il detentore di uno dei due biglietti olimpici, mentre il secondo è attualmente appannaggio di Luca Curatoli. Resta comunque in agguato Diego Occhiuzzi, rilanciato dai quarti di finale centrati a Boston.

In casa Russia, tranquillo solo Alexei Yakimenko, mentre è lotta punto a punto fra Nikolay Kovalev e Kamil Ibragimov, con il Campione del Mondo 2014 al momento avanti. Aperta anche la questione fra i tedeschi, con Max Hartung davanti e Matyas Szabo al momento qualificato ma con il fiato sul collo di Nicholas Limbach.

Qualificati come Top14 al momento Tiberiu Dolniceanu, Aron Szilagy, i coreani Bongil Gu e Jughwan Kim, gli statunitensi Daryl Homer e Eli Dershwitz, il francese Vincent Anstett e l’iraniano Mojtaba Abedini.

Fra i qualificati grazie ai pass zonali, invece, troviamo Aleksander Buykevych (Bielorussia) e Tamas Decsi (Ungheria) per l’Europa, l’Asia porta l’altro iraaniano Ali Pakdaman e il cinese Yingming Sun, per la zona Americana, semaforo verde a Renzo Agresta (Brasile) e Joseph Polossifakis (Canada). L’Africa, infine, qualifica il giovane egiziano Mohamed Amer e il rappresentante del Benin Yemi Geoffroy Apithy.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.