Fioretto maschile, il golden moment dei ragazzi Usa

A Parigi hanno vinto la prova individuale e quella a squadre. Centrando la seconda doppietta stagionale. 

 

Parigi è per molti, e per svariati motivi, una città speciale. Chi ci lega un week-end romantico, chi ne ama le atmosfere uniche, chi ne apprezza la frizzante vita culturale. Ma da due anni a questa parte la capitale francese è diventata una città molto speciale per i fiorettisti americani, che in questo 2016 come nella passata stagione han fatto man bassa del prestigioso Challenge International di fioretto.

Due annate con risultati in copia carbone: Race Imboden che trionfa nella prova individuale, quindi il quartetto che sbanca la gara a squadre. Incredibile, in quest’ultimo caso, il gioco dei corsi e ricorsi storici: l’italia come avversaria della finale e una rimonta al cardiopalma per suggellare la vittoria grazie a una super ultima frazione griffata Alexander Massialas.  Un doppio back to back da mandare nei libri di statistiche.

Ma anche il secondo “double” stagionale, perdipiù arrivato senza soluzione di continuità rispetto al precedente centrato a ottobre a Tokyo. In quell’occasione fu Alexander Massialas a trionfare nella prova individuale, con Meinhardt terzo. La finale contro la Francia ha poi permesso a Miles Chamley Watson, Race Imboden, Alenxader Massalias e Gerek Meinhardt di completare la festa, prendendosi al contempo la rivincita proprio sui francesi che – ennesimo intreccio del destino – tre settimane prima li avevano battuti in finale.

Un vero e proprio golden moment per i quattro ragazzi americani, che anche a livello individuale si stanno togliendo grosse soddisfazioni. Bonn e San Pietroburgo per concludere la Coppa del Mondo, quindi la gara delle gare a San Pietroburgo. Con una certezza: ci sarà sempre da fare i conti con Imboden e compagni.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.