U20, sciabola in azione fra Phoenix e Dourdan

In Francia le gare al femminile, con prova individuale e a squadre. Stesso menù per i maschi in Arizona, dove l’anno scorso fu dominio azzurro.

 

La sciabola torna a essere protagonista della scena della Coppa del Mondo Under 20 con un week-end di gare fra la Francia e gli Stati Uniti. Le ragazze si danno appuntamento a Dourdan, a casa della campionessa del Mondo in carica Carole Queroli, mentre i maschi volano oltreoceano per sfidarsi sulle pedane di Phoenix, in Arizona.

La sciabola femminile riparte dall’ottima prestazione di Segovia di due settimane fa. Tre azzurre sul podio, con Michela Battiston fermatasi a una sola stoccata dalla vittoria contro la messicana Arrayales, mentre Lucia Lucarini e Chiara Crovari si sono fermate al posto. Sulle pedane di Dourdan l’obiettivo è la continuità di risultati, in una gara che ritrova fra le protagoniste anche francesi (fra cui spiccano la già citata Queroli e Manon Brunet, già da due stagioni nel giro della nazionale maggiore), russe e statunitensi.

Si alza quindi l’asticella della sfida per le azzurre, che potranno contare sulle già citate protagoniste della gara di Segovia, ma anche su altre sette atlete: Maddalena Bosetti, Sara Del Prete, Rebecca Gargano, Veronica Palombo, Eloisa Passaro, Emilia Pastorelli e Flaminia Prearo. L’anno scorso la migliore delle azzurre in classifica fu proprio la Passaro, sesta, nel giorno della vittoria di Sage Palmedo. Nella gara a squadre arrivò poi un bel terzo posto: di quel quartetto, che poi si sarebbe laureato campione del Mondo nella gloriosa giornata di Tashkent, rimangono solo Eloisa Passaro e Rebecca Gargano, a cui si sono unite Michela Battiston e la promettentissima Lucia Lucarini.

Identico programma, ma trasferta ben più impegnativa per monte ore di viaggi, per i ragazzi. Strepitosa la stagione sin qui degli azzurrini, grazie soprattutto a Leonardo Dreossi e Dario Cavaliere, presenze fisse sul podio. Con il friulano della Gemina Scherma che ha al suo attivo anche una vittoria, oltre a due terzi posti. Saranno quindi ancora loro due a guidar la spedizione italiana in Arizona, nella prova di casa del leader del ranking Benjamin Natanzon. Phoenix rievoca bei ricordi per i colori italiani, che l’anno scorso fecero festa tanto nella prova individuale (vittoria di Francesco Bonsanto – che ha poi fatto il salto nei “grandi” a termine della passata stagione, non prima di aver fatto sua la Coppa del Mondo – terzo posto per Eugenio Castello) quanto in quella a squadre.

Saranno in totale 8 gli atleti italiani a volare in America: oltre già citati Dario Cavaliere e Leonardo Dreossi, ci saranno Gherardo Caranti, Eugenio Castello, Francesco De Robbio, Matteo Neri, Federico Riccardi e Ciro Tomaselli. per la gara di domenica, invece, il quartetto sarà composto da Cavaliere, Dreossi, Neri e Riccardi.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

 

 

 
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.