Mamma Mara ci ha preso gusto, a Barcellona è trionfo

Podio per Shutova e Popescu. Stop ai 32 per Fiamingo, Quondamcarlo, Rizzi e Boscarelli si fermano agli ottavi. 

 

A Doha aveva emozionato tutti, con quella dedica speciale al Maestro Oleg da poco scomparso, nel nome del quale aveva portato a termine una cavalcata trionfale. Oggi, a Barcellona Mara Navarria ha calato un altro carico da novanta, prendendosi quello che aveva lasciato in sospeso l’anno scorso per “colpa” della cinese Anqi Xu. La finale strappata alla priorità alla giovane francese Lauren Rembi (13-12 il punteggio finale), è stata la ciliegina sulla torta di una gara che ha visto la trentenne friulana stendere – fra le altre – due campionesse dello spessore di Simona Gherman (15-14 nel secondo asslato) e soprattutto Ana Maria Popescu, regolata 9-8 e relegata al terzo posto in compagnia della russa Lyubov Shutova.

Continua, quindi, il momento d’oro della spadista azzurra, che mette in fila la seconda vittoria di fila, la terza in carriera. Tosta, concentrata, sempre sul pezzo, Mara non ha concesso nulla alle avversarie. Fredda nel momento del dentro o fuori, travolgente contro Kuusk (15-6) e Ndolo, tedesca oggi in giornata di grazia che, fra le altre cose,  ha complicato non poco i piani olimpici della capitana Britta Heidemann estromettendola al secondo assalto. Ora, però, c’è da preparare la fondamentale prova a squadre di domani: la friulana ci arriva galvanizzata dai due brindisi sul gradino più alto del podio, toccherà lei trasmettere la scossa giusta alle compagne per completare al meglio il percorso verso Rio. E chissà che l’esempio dei compagni, trionfatori ad Heidenheim, non possa essere ulteriore carburante per le ragazze di Cuomo.

Che però devono ritrovare la vera Rossella Fiamingo. Serve una Ross formato grandi eventi domani: la gara di oggi, per la bicampionessa del Mondo, è finita al secondo turno, al cospetto della Shutova che l’ha beffata di una stoccata. Poco, per una campionessa del suo valore. Si ferma agli ottavi, invece, la corsa delle altre azzurre qualificate al main draw. Giulia Rizzi è anche lei “vittima” della grande giornata di Alexandra Ndolo, Francesca Boscarelli deve lasciare strada alla Rembi mentre è Tatiana Logunova a dire stop a Francesca Quondamcarlo, che nel suo cammino ha riportato una bella e prestigiosa vittoria sulla coreana Shin.

Classifica – 1. Navarria (Ita), 2. Rembi (Fra) 3.Shutova (Rus), 3. Popescu (Rou), 5. Kolobova (Rus), 6. Logunova (Rus), 7.  Ndolo (Ger), 8. Embrich (Est)

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *