U20, week-end pieno per fioretto e spada

Saranno ben sette le gare, fra individuali e a squadre, che vedranno in pedana gli schermidori della categoria giovani. L’Italia punta a fare incetta di podi, ma sono tante le sfide interessanti in ogni gara.

 

Aix En Provence, Burgos, Riga, Zagabria. Queste, in ordine strettamente alfabetico, le tappe del giro d’Europa schermistico che vede protagonisti ragazze e ragazzi della categoria Under 20. Lo scorso fine settimana è stata la sciabola a regalare grandi gioie all’Italia, fra sabato e domenica la palla passa a fioretto e spada. Un menù ricco, che prevede per tutti – eccezion fatta per gli spadisti – tanto la gara individuale quanto quella a squadre, e in cui la squadra azzurra schiera tutte le migliori carte a disposizione per puntare a fare man bassa di podi e medaglie.

Ad Aix en Provence è di scena il prestigioso Challenge Licciardi di fioretto maschile. Una gara che negli ultimi due anni ha visto primeggiare tiratori italiani, con Michele Dal Macchia nel 2014 mentre l’anno scorso a imporsi fu Francesco Ingargiola. Proprio lo jesino, reduce dal tris alla Eden Cup di Londra, sarà la carta forte al mazzo azzurro nella sfida ai padroni di casa della Francia, che puntano soprattutto su Enguerand Roger e Alexandre Sido. Dodici in totale gli atleti in pedana per l’Italia: detto di Ingargiola, in gara vedremo anche Guillaume Bianchi, Sebastiano Bicego, Tommaso Ciuti, Amedeo Contestabile, Alvisa Dal Santo, Alberto Dei Rossi, Riccardo Di Tommaso, Filippo Gasperini, Alessandro Gridelli, Andrea Sanfilippo e Matteo Valtriani. A comporre il quartetto per la prova as quadre saranno Bianchi, Ciuti, Gridelli e Ingargiola, che proveranno ad artigliare quel podio che è sfuggito l’anno scorso nella giornata che vide la vittoria della Polonia.

Nel fioretto femminile, il nome caldo in questo momento è indubbiamente quello di Serena Rossini. La sedicenne marchigiana, ultimi prodotto di quella straordinaria fucina di talenti che risponde al nome di Club Scherma Jesi, sta attraversando un momento di forma notevole, che l’hanno portata a mettere la sua firma senza differenza tanto  a livello nazionale quanto a livello internazionale. A Mödling è arrivata la sua prima vittoria internazionale in Coppa del Mondo, battendo in finale la più esperta compagna di squadra Elisabetta Bianchin. Coetanea della tedesca Leonie Ebert, è facile che sarà questo il dualismo che infiammerà le prossime stagioni a livello giovani di sicuro e, chissà, in un prossimo futuro fra le “grandi”. Alla Rossini si aggiungono Erica Cipressa, Camilla Rivano, la già citata Elisabetta Bianchin, le “veterane” del gruppo; e, ancora, Cluadia Borella, Lodovica Bicego e chi, come Anna Chiara Losso, si sta mettendo in luce in quest’ultimo periodo. Saranno tutte loro a comporre il contingente italiano in Croazia, contingente che sarà completato da Elena Tangherlini, Cecilia Maria Tempesta, Alessandra Pisano, Maria Teresa Pacelli e Flaminia Gambino. Per la prova a squadre spazio al quartetto Bianchin, Borella, Cipressa – due nomi che letti di nuovo assieme fa un certo effetto, rievocando i tempi quando i rispettivi padri erano l’ossatura della nazionale maschile oro olimpico a Seul 88 – e Rivano.

Dal fioretto alla spada, dalla Croazia alla Spagna. È Burgos a ospitare le sfide al femminile. La tedesca Nadine Stahlberg comanda il ranking di categoria, ma l’Italia può contare sui suoi calibri maggiori: Alessandra Bozza, Beatrice Cagnin, Alice Clerici, Eleonora De Marchi, Federica Isola, Roberta Marzani. Saranno loro il faro guida, in Spagna, di una “spedizione” che potrà contare anche su Giulia Alessandro, Sara Billi, Alice Cassano, Giulia Giorgione, Andrea Vittoria Rizzi e Susan Maria Sica. Clerici, De Marchi Isola e Marzani sono le quattro designate per la gara a squadre di domenica.

La trasferta di Riga, che vede in gara gli spadisti, chiude il programma di questo lungo week-end di Coppa del Mondo Giovani. Solo prova individuale per i ragazzi, reduci dalla trionfale trasferta di Basilea fruttata la vittoria tanto della prova individuale grazie a Vismara quanto quella nella gara a squadre il giorno dopo. Undici gli atleti che saranno impegnati: si tratta di Tommaso Barbieri, River Carugo, Eugenio Chasseur, Francesco Curatolo, Giulio Gaetani, Federico Marenco, Mauro Scarsi, Alessandro Sonlieti, Alessandro Spezia, Francesco Tradardi e Amedeo Zancanella.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

 
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.