La firma di Homer sulla vittoria Usa, Italia quarta

Nella prova a squadre di sciabola maschile, vittoria Usa sulla Russia. Italia battuta dalla Germania nella finalina.

 

C’è l’autografo di uno spettacoloso Daryl Homer sulla vittoria americana nella prova a squadre di sciabola maschile a Varsavia. Suo il merito della rimonta ai danni di Alexei Yakimenko, salito in pedana per la frazione conclusiva in vantaggio per 40-37 ma in un amen rimontato dallo stesso avversario da lui domato nella vittoriosa finale iridata di Mosca. Attacchi fulminei, uscite in tempo, affondi volanti: c’è tutto il suo repertorio nell’8-3 parziale che fissa il tabellino sul 45-43. Una vittoria da condividere con i compagni: il giovane Eli Dershwtiz, ieri negli otto e qualificato per Rio dove andrà proprio con Homer, Jeff Spear e Peter Souders.

Si ferma invece al quarto posto la gara degli azzurri. Piccoli passi in avanti rispetto alle ultime uscite, impreziositi dalla vittoria per 45-39 nei quarti di finale contro la Romania di Dolniceanu. Per il quartetto composto da Enrico Berrè, Luca Curatoli, Diego Occhiuzzi e Luigi Samele, sono poi arrivate le sconfitte contro Stati Uniti in semifinale e Germania nella finalina. Solo 5 i punti a separare le due squadre a fine assalto, con i tedeschi che dopo essere stati battuti dalla Russia per una sola stoccata in semifinale, si prendono il gradino più basso del podio vincendo 45-40, malgrado il parziale di 9-5 con cui Enrico Berrè si aggiudica l’ultima frazione ai danni di Richard Huebers.

Risoltasi a favore della Germania la lotta per il terzo posto, la scena è stata quindi tutta per Russia e Stati Uniti, che si sono dati battagliai n un assalto all’insegna dell’equilibrio, senza che nessuna delle due squadre riuscisse a prendere il sopravvento sull’altra. Alla fine decide Homer, con gli Usa che si prendono la seconda vittoria stagionale dopo Tbilisi, anche in quel caso ai danni della Russia; se aggiungiamo anche il secondo posto di Budapest, è facile immaginare come in casa Usa sia forte il rimpianto per l’assenza della prova a squadre dal programma Olimpico. Ma, allo stesso tempo, lanciano forte un segnale per la prova iridata di aprile: gli Usa sono pronti a muover alla conquista dell’oro, sulle ali dell’uomo che in pedana vola come superman.

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Us Fencing/Facebook

 
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.