Valerio Cuomo, un argento d’autore

Valerio Cuomo argento nella spada maschile Junior. A batterlo in finale il russo Bruev.

 

C’è uno strano fil rouge che lega Erica Cipressa a Valerio Cuomo, un filo che già si era intrecciato per la prima volta in una sera di marzo a Novi Sad. Medaglia d’oro per lei nella prova di fioretto femminile, medaglia di bronzo per lui nella gara di spada maschile. A distanza di un mese, i due si ritrovano ancora sullo stesso posto, sul podio, ma questa volta con una medaglia che pesa molto di più, perché vinta in Mondiale. E così, ventiquattrore dopo la finale da romanzo che ha visto Erica Cipressa battersi per il Mondo con Sabrina Massialas mentre i rispettivi padri-ct le seguivano da bordo pedana, oggi è toccato a Cuomo junior giocarsi il Mondo sotto gli occhi di papà Sandro.

La finale, che lo vede contrapposto al russo Georgiy Bruev è frizzante e godibile, e alla fine premia proprio Bruev, mentre per Cuomo c’è tanta rabbia sfogata prendendo a pugni la pedana appena dopo aver subito l’ultima stoccata. Ma c’è anche – e soprattutto – una gara di altissimo spessore, che conferma quanto di buono aveva già fatto vedere a Novi Sad. Passata dalle vittorie sulla svedese Islas Flygare e, sopratutto, quella sul numero uno al Mondo Szombor Banyai – poi terzo a fine giornata assieme al connazionale Gergeli Siklosi – nettamente battuto per 15-9 in semifinale. Al primo anno fra i Giovani, quindi, Valerio Cuomo dimostra di avere la stoffa del campione e di non subire affatto il peso e la responsabilità che comporta un cognome così pesante.

Tanto rammarico per Federico Vismara, che si ferma alle porte dei quarti battuto 15-14 da Baniay: l’azzuro conduce per larghi tratti, va sotto sulla fine, ma dopo aver impattato sul 14-14 subisce la stoccata dell’avversario. Stop ai 32 per Davide Canzoneri, mentre Gabriele Risicato non supera nemmeno la fase a gironi e termina subito la sua gara.

Classifica – 1. Bruev (Rus), 2. Cuomo (Ita), 3. Banyai (Hun), 3. Siklosi (Hun), 5. Pauloski (Blr), 6. Kano (Jpn), 7. Bakos (Hun), 8. Islas-Flygare (Swe)

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi per Federscherma

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.