A Madrid vince la Germania, Italia settima

I tedeschi battono in finale gli Usa e artigliano la vittoria nella prova a squadre. Podio per l’Ungheria. Italia settima.

 

Un esordio con vittoria contro la Spagna padrona di casa, quindi la sconfitta contro gli Stati Uniti ai quarti di finale, l’abbandono della corsa al podio e gli assalti per i piazzamenti delle retrovie fino al settimo posto finale, figlio della sconfitta all’ultima stoccata contro la Francia e la seguente vittoria contro la Romania (45-32). Questo il percorso del quartetto italiano (Enrico Berrè, Luca Curatoli, Alberto Pellegrini, Luigi Samele) nella prova a squadre di sciabola maschile andata in scena oggi a Madrid.

Va così in archivio una stagione con poche gioie per il rinnovato quartetto della sciabola azzurra, che tornerà in gara negli Europei di Torun prima di staccare la spina e aggiornarsi con la nuova stagione. Il quarto posto di Varsavia resta il miglior risultato di un’annata di transizione e ricostruzione per il post Rio: una squadra giovane, senza più due veterani del calibro di Diego Occhiuzzi e Aldo Montano, ma di grande talento e prospettiva per gli anni a venire.

La cronaca racconta la vittoria della Germania, che in finale regola gli Stati Uniti per 45-35. Quarto podio stagionale per gli americani, che riscattano così il flop del Mondiale di Rio, dove erano attesi ad una medaglia e invece sono stati sorpresi dall’Iran. Sul podio ci sale anche l‘Ungheria: il remake della finale iridata contro la Russia questa volta mette in palio solo un terzo posto in una prova di Coppa del Mondo. Questa volta la spunta il team Szilagyi, con il campione Olimpico che viene rimontato da Yakimenko sul 44 pari prima di trovare il guizzo vincente del 45-44 finale.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi per Federscherma
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.