Marco Cima, bronzo e pass paralimpico

Cima chiude terzo nel fioretto B e vola Rio. Oggi tocca a Bebe.

 

Un assalto partito all’inseguimento dell’avversario, poi la rimonta e la soluzione del rebus rimandata alla stoccata numero 29. Che alla fine premia Dmitri Coutya, britannico, poi medaglia d’argento nella gara vinta dal francese Maximilien Valet, sospinto a bordo pedana dal caldo tifo di tutta la delegazione transalpina. Ma al netto dell’amaro in bocca che può lasciare una sconfitta maturata in questo modo, per Marco Cima rimane una bella medaglia di bronzo ma, soprattutto, la certezza di volare a Rio De Janeiro per disputare le paralimpiadi, terzo azzurro qualificato dopo Alessio Sarri e Beatrice Vio.

La fuoriclasse di Mogliano Veneto è la star attesa della gara di oggi nel fioretto femminile Categoria B, dove è chiamata ad aggiornare i suoi sempre più strabilianti numeri: 10 vittorie fra Coppa del Mondo e Mondiali, un oro europeo da difendere; e poi, a tifare per Loredana Trigilia, che qualora centrasse il pass nella gara di fioretto femminile Categoria A, permetterebbe all’intero “Squaquero Team” di disputare la prova a squadre a Cinque Cerchi.

Intanto la squadra di Art4Sport si gode l’ottima prestazione del giovane Emanuele Lambertini -classe 1999 – che nella prova di fioretto maschile Categoria A si ferma ai piedi del podio. A fermarlo, al termine di un assalto combattuto punto a punto per la quasi totalità, il russo Roman Fedayev, impostosi per 15-11. Lo stesso Fedayev si sarebbe poi laureato campione d’Europa, battendo in finale l’ungherese Richard Osvath e interrompendo il dominio del magiaro che sin qui si era sempre preso il bottino pieno.

A caratterizzare la giornata di ieri anche due prove di spada femminile: nella Categoria A, la polacca Marta Fidrych ha confermato l’oro di Strasburgo, ma la russa Alena Evdokimova ha dato lei molto filo da torcere. Da segnare il nome di questa giovanissima atleta, appena sedicenne, capace in semifinale di dare una sonora sconfitta alla più esperta e quotata connazionale Yulia Efimova, leader del ranking Mondiale. Russia che festeggia alla grande nella prova di Categoria B, il cui titolo si è giocato fra due sue atlete. Alla fine la spunta Viktoria Boykova su Irina Mishurova, 15-9 il punteggio.

Classifiche

Spada femminile Cat. A – 1. Fidrych (Pol), 2. Evdokimova (Rus), 3. Breus (Ukr), 3. Efimova (Rus), 5. Halkina (Blr), 6. Poignet (Fra), 7. Krajnyak (Hun), 8. Klimenkova (Rus).
19. Li Brizzi (ITA)

Fioretto maschile Cat. B – 1. Valet (Fra), 2. Coutya (Gbr), 3. Cima (ITA), 3. Gaworski (Pol), 5. Datsko (Ukr), 6. Khamathin (Rus), 7. Kuzyukov (Rus), 8. Kamalov (Rus).
16. Leopizzi (ITA), 17. Lepri (ITA).

Spada femminile Cat. A – 1. Fedyaev (Rus), 2. Osvath (Hun), 3. Pender (Pol), 3. Tokatlian (Fra), 5. Kavalenia (Blr), 6. Lambertini (ITA), 7. Yusupov (Rus), 8. Nalewajek (Pol).
10. Betti (ITA), 16. Dei Rossi (ITA), 23. Ghiosso (ITA).

Spada femminile Cat. B – 1. Boykova (Rus), 2. Mishurova (Rus), 3. Maktrytskaya (Blr), 3. Briese-Baetke (Ger), 5. Katsiuchkova (Blr), 6. Makowska (Pol), 7. Fiaklistava (Blr), 8. Dani (Hun).
18. Biagini (ITA)

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi per Federscherma
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.