Carroccio bis, le big della spada tornano a Legnano

Nel fine settimana appuntamento al Pala Borsani con la Coppa del Mondo di spada femminile.

 

Il “Carroccio” raddoppia e dà a tutti nuovamente appuntamento al Pala Borsani. Sarà ancora Legnano ad ospitare le migliori spadiste del Mondo per l’ottava e ultima tappa di Coppa: si sarebbe dovuto gareggiare a Johannesburg, ma nel momento in cui la federazione sudafricana aveva formalizzato la propria rinuncia, ecco la soluzione di un bis legnanese. Un’altra ghiotta occasione, quindi, per il pubblico italiano di ammirare in azione il gotha della spada femminile Mondiale.

In casa azzurri la parola d’ordine è riscatto: ad ottobre la prestazione delle nostre ragazze fu decisamente opaca, eccezion fatta per Alice Clerici che riuscì, unica, a scollinare il turno delle 64. Proprio la neo campionessa del Mondo Under 20 sarà ancora fra le protagonista della tre giorni che scatta venerdì con la fase di qualificazione: un’occasione, quella della prova casalinga, per permettere a molte ragazze di fare ulteriore esperienza in una gara di Coppa. E allora, spazio alle talentuose Eleonora De Marchi, Roberta Marzani  (limitandoci solo a qualche esemio) e alla già citata Clerici, così come a chi cerca punti preziosi per poter rimanere con una certa continuità nel giro della Nazionale. Non ci sarà invece Bianca Del Carretto: dopo la delusione della mancata qualificazione olimpica, la spadista ligure ha deciso di staccare per un po’ la spina e riflettere con calma sul futuro. La rivedremo in azione agli Assoluti di Roma, a inizio giugno.

Molto attesa è Rossella Fiamingo. L’aria di grande appuntamento in arrivo potrebbe galvanizzare la bi-campionessa del Mondo, che complice anche la ritrovata serenità e il ritrovato divertimento in pedana – come lei stessa ci aveva detto in una recente intervista – è chiamata ad offrire una prestazione in linea con il suo talento e, soprattutto, il suo palmarès: a ottobre la sua gara terminò già al primo assalto, mentre nel 2014 chiuse a ridosso delle prime otto. Domenica sarà poi lei a guidare le compagne nella prova a squadre, la prima dopo la drammatica giornata di Buenos Aires: in palio solo il prestigio di una vittoria in Coppa del Mondo, ma un buon risultato sancirebbe una nuova partenza e un ritrovato morale in vista del futuro. Quello immediato, con vista su Torun e su un bronzo Europeo da difendere, ma anche quello prossimo venturo.

A ottobre vinse la cinese Yiwen Sun sulla estone Kristina Kuusk, al suo primo podio in carriera e vicinissima a fare il colpaccio. Sul podio finirono Emese Szasz e la campionessa d’Europa Violetta Kolobova. Per la russa il giorno dopo arrivò la vittoria nella gara a squadre, battendo in finale la Romania. Podio per gli Usa, mentre il nono posto conquistato dalle italiane fu il primo passo verso la più dolorosa delle eliminazioni.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma

 
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.