Casale: due argenti per l’Italia nel quarto giorno di gare

Sale a sei il complessivo della medaglie per l’Italia ai Campionati Europei di scherma paralimpica in corso a Casale Monferrato. I fiorettisti cedono alla Russia, nel fioretto donne C splendida prova di Consuelo Nora.

 

Nel giorno in cui all’interno del PalaFiera di Casale Monferrato risuona solo ed esclusivamente il solenne inno russo, l’Italia si ritaglia due gioie d’argento grazie al fioretto. Un gran lavoro di team e la favola quasi a lieto di Consuelo Nora portando in dote al bottino azzurro la medaglia numero 5 e 6 di questa kermesse continentale casalinga.

Nel giorno in cui si avvia il programma a squadre, sono subito i fiorettisti azzurri a suonare la carica: il quartetto composto da Matteo Betti, Marco Cima, Emanuele Lambertini e Alessio Sarri parte forte battendo l’Ucraina, quindi da vita assieme alla Francia ad un assalto punto a punto, con gli azzurri che rischiano la beffa con Matteo Betti che vede risalire dal 44-41 Damien Tokatlian. Il rissoso francese – sempre pronto a cogliere il minimo appiglio per innervosire l’azzurro – risale fino al 44-43 ma un suo errore costa il cartellino rosso e la conseguente stoccata per gli azzurri. In finale è testa a testa con i soliti russi, che alla fine vincono l’oro con la firma in calce di Roman Fedayev. Per l’Italia una bella medaglia e qualche prezioso punto guadagnato in ottica paralimpica, con qualche posizione scalata nel ranking e la speranza di un tabellone più agevole.

Un argento di grande pregio alla sua prima apparizione in un Europeo. Per essere in gara a Casale, Consuelo Nora ha messo di tasca sua i soldi necessari ed è stata ripagata con uno splendido argento nella prova di fioretto Categoria C, quella riservata ad atleti con le disabilità più gravi. La corsa della torinese, compagna di club di Andreea Mogos alle “Lame Rotanti” di Torino, si ferma solo in finale, al cospetto della futura campionessa d’Europa, ovvero la russa Ksenia Ovsyannikova. Resta un risultato di grande prestigio e una bellissima storia di sport, e domani sarà di scena anche nella prova di spada.

Le altre gare di oggi raccontano di altrettanti domini della Russia: è stato così nella gara a squadra di spada femminile, con la vittoria del quartetto composto da Victoria Boykova, Yulia Efimova, Alona Evdokimova e Ludmila Vasilyeva sull’Ungheria; sempre nella spada, gara maschile categoria C, a vincere è stato Belyaev mentre il nostro William Russo è stato fermato ai quarti.

Classifiche

Fioretto femminile Cat. C – 1. Ovsyannikova (Rus), 2. Nora (ITA), 3. Lotz-Lange (Ger), 3. Gladinia (Rus), 5. Soldera (ITA), 6. Jishiashvili (Geo), 7. Bolognini (ITA).

Spada maschile Cat. C – 1. Belyaev (Rus), 2. Shavkun (Ukr), 3. Barinov (Rus), 3. Kavaliou (Blr), 5. Sundiiev (Ukr), 6. Russo (ITA), 7. Logutenko (Rus), 8. Shcheglov (Est).
10. Orsi (ITA), 11. Radicello (ITA), 12. Seravalli (ITA), 13. Di Stefano (ITA).

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi per Federscherma

 
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.