Massialas, talento formato famiglia

Papà Greg ha gareggiato per gli Usa in due Olimpiadi. Ma sono soprattutto i figli Alexander e Sabrina a portare in alto il nome dei Massialas. Con Alex che ieri ha centrato la sua terza vittoria in Coppa del Mondo a soli 22 anni.

 

Flashback. Bourges, Campionati Mondiali Cadetti e Giovani, finale della gara di fioretto femminile Under 20: in pedana ci sono Erica Cipressa e Sabrina Massialas, in fondo- seduti sulla panchina a dar loro consigli – i rispettivi padri. Ct e al contempo tifosi, raccolti con i loro pensieri mentre a pochi metri da loro le figlie si giocano un titolo Mondiale. Alla fine sarà l’americana a vincere, laureandosi campionessa del Mondo categoria giovani.

Tre anni prima era stato suo fratello  Alexander a portare a casa lo stesso titolo. Si, perché quella della famiglia Massialas è una storia di talenti schermistici. Una storia cominciata proprio da papà Greg, greco di nascita, americano d’adozione: per lui, il ruolo di riserva nel team americano che gareggiò alle Olimpiadi di Montreal 1976, prima che il boicottaggio operato dagli Stati Uniti alle Olimpiadi di Mosca del 1980 rimandasse il suo sogno olimpico di ulteriori 4 anni. A Los Angeles chiuse ventottesimo nella prova individuale e quinto nella prova a squadre che consacrò l’Italia di Andrea Borella, Stefano Cerioni, Andrea Cipressa, Mauro Numa e Angelo Scuri, mentre quattro anni dopo fu quattordicesimo con la squadra.

A tenere alto il nome della famiglia ci pensano oggi i figli di Greg. Ieri Alexander Massialas ha centrato la sua terza vittoria in Coppa del Mondo: un feeling speciale con l’Asia per lui – del resto, la mamma viene da Taiwan e forse questo qualcosa vorrà dire – iniziato a Seul nel 2014 e proseguito in questa stagione fra Tokyo e Shanghai. A soli 22 anni, il ragazzo nativo di San Francisco, è al momento fra i talenti più puri del fioretto maschile, con grande gioia della nazionale americana che può contare su un altro campione del calibro di Race Imboden e su due altri ottimi fiorettisti come Gerek Meinhardt e Miles Chamley Watson. Per lui, anche più di dieci podi in Coppa del Mondo e la medaglia d’argento ai recenti Mondiali di Mosca: niente male, considerata l’età e, soprattutto, il livello altissimo di competitività dell’attuale circuito del fioretto maschile, di cui è con pieno merito il leader del ranking Mondiale.

Se Alex – il cui amore per la scherma cominciò spontaneo fin dalla più tenera età, con papà Greg che gli ha fatto mordere il freno fino all’età di sette anni – è il presente, da dietro sta arrivando anche la sorellina Sabrina. Classe 1999, in pedana sulle orma di papà e fratellone, la piccola di casa Massialas ha già messo in bacheca un Mondiale Under 20 e un argento a livello Cadetti. A livello Senior gareggia regolarmente in Coppa del Mondo e fa parte del quartetto che prende parte alle prove a squadre. Al momento manca il risultato di rilievo, ma a diciannove anni  c’è ancora tutto il tempo per poter esplodere ad alti livelli: del resto, se è vero il detto per cui buon sangue non mente, anche il nome di Sabrina Massialas finisce di diritto nel proverbiale taccuino del giornalista.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

 

 

 
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.