Assoluti 2016 – Fra conferme e prime volte

Lorenzo Bruttini piega in finale l’ottimo Vismara e si aggiudica il titolo nella spada maschile. Nella spada femminile vince Mara Navarria. A Luigi Samele il titolo nella sciabola maschile.

 

La prima volta di Lorenzo Bruttini e Luigi Samele, il tris calato da Mara Navarria. Ma anche la grande prova di molte giovani promesse della scherma azzurra che, malgrado la giovane età, hanno gareggiato alla pari – e spesso battuto – atleti più titolati ed esperti di loro. È il caso di Alessandra Bozza, terza nella prova femminile, o di Federico Vismara, fresco iridato Under 20 a squadre e oggi secondo dopo aver accarezzato il sogno tricolore. Questo è quanto emerso oggi dalla prima giornata di gare a Roma, valide per il Campionato Italiano.

Spada maschile – Assente Marco Fichera – ancora alle prese con i postumi dell’infortunio muscolare patito a Parigi nella prova individuale del Monal – con Paolo Pizzo ed Enrico Garozzo usciti subito di scena, sulle pedana del Pala Bocce di Roma le carte si mischiano e ne esce una gara ricca di colpi di scena. Ne esce meritato vincitore il senese Lorenzo Bruttini, portacolori delle Fiamme Azzurre, alla sua prima affermazione in un campionato italiano.  A sancire il trionfo finale, il 15-13 ai danni del giovane Federico Vismara. Grandissima la prova dello spadista emiliano trapiantato a Milano, dove affina il suo talento sotto la guida sapiente di Alfredo Rota e Diego Confalonieri: per lui infatti, anche lo scalpo di Matteo Tagliariol, battuto in semifinale. Per il trevigiano, oro olimpico a Pechino 2008, il terzo posto finale, in coabitazione con Andrea Cipriani, uscito sconfitto dall’altra semifinale contro il futuro campione tricolore.

Spada femminile – In una stagione contraddistinta dalle due vittorie in Coppa del Mondo ma anche dalla cocente delusione della mancata qualifica olimpica, Mara Navarria si toglie la gioia di prendersi il suo terzo titolo tricolore in carriera dopo quelli già messi in bacheca nel 2010 e nel 2012. A lasciarle strada verso il tris, la veneta della Forestale Marzia Muroni, battuta con netto punteggio di 15-7, mentre sul podio ci salgono Marta Ferrari e una splendida Alessandra Bozza: la diciassettenne torinese, campionessa del Mondo categoria Cadetti a Bourges lo scorso aprile, si è inchinata solo a Mara Navarria (15-12 il punteggio finale), dopo aver però battuto nel corso della giornata Alberta Santuccio e Francesca Boscarelli, quest’ultima ai quarti di finale.

Sciabola maschile – Un titolo a lungo inseguito ma sempre sfumato sul più bello. Alla fine, però, Luigi Samele corona come meglio non poteva il suo inseguimento, artigliando in una bella e combattuta finale contro Giovanni Repetti il suo primo titolo italiano assoluto individuale. Finisce 15-11, ma soprattutto finisce con l’urlo liberatorio dello sciabolatore foggiano, che si gusta appieno la gioia per una vittoria tanto bella quanto sofferta. Perché per accedere alla finalissima c’è stata da piegare la resistenza dell’ottimo Leonardo Affede, quindi la tosta battaglia con Repetti, alla sua prima finale in un campionato italiano e deciso a sfruttare appieno la grande occasione. Sul terzo gradino del podio, assieme al già citato Affede, ci sale anche Alberto Pellegrini, mentre si ferma ai quarti di finale uno stoico Diego Occhiuzzi, che dopo aver vinto in preda ai crampi una sportivamente drammatica sfida contro Gabriele Foschini, deve arrendersi al dolore e al futuro campione d’Italia. Stop ai piedi del podio anche Luca Curatoli, Enrico Berrè – vincitore delle due ultime edizioni – e Stefano Scepi.

Classifiche

Sciabola maschile – 1. Luigi Samele (Fiamme Gialle), 2. Giovanni Repetti (Esercito), 3. Alberto Pellegrini (Fiamme Gialle), 3. Leonardo Affede (Fiamme Oro), 5. Enrico Berrè (Fiamme Gialle), 6. Luca Curatoli (Fiamme Oro), 7. Diego Occhiuzzi (Aeronautica Militare), 8. Stefano Scepi (Fiamme Oro)

Spada femminile – 1. Mara Navarria (Esercito), 2. Marzia Muroni (Forestale) 3. Alessandra Bozza (Isef Eugenio Meda Torino), 3. Marta Ferrari (Aeronautica Militare), 5. Camilla Batini (Esercito), 6. Francesca Boscarelli (Esercito), 7. Brenda Briasco (Esercito), 8. Eleonora De Marchi (Fiamme Oro)

Spada maschile – 1. Lorenzo Bruttini (Fiamme Azzurre), 2. Federisco Vismara (Scherma Cariplo Piccolo Teatro Milano) 3. Matteo Tagliariol (Aeronautica Militare), 3. Andrea Cipriani (Esercito), 5. Andres Marcel Carrillo Ayala (Club Scherma Bari), 6. Edoardo Munzone (Roma Fencing), 7. Fabrizio Citro (Club Schermistico Partenopeo), 8. Sergio Trivelli (Cesare Pompilio Genova).

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.