Podi Olimpici all’ombra del Colosseo

Nel fioretto maschile Cassarà si impone su Baldini. Al femminile vince Di Francisca, terza Errigo.

 

Sembra di essere a Rio, ma in realtà siamo a Roma. Nel fioretto le pedane del Pala Bocce si tingono di Cinque Cerchi, con entrambe le prove che regalano al caldo pubblico accorso al Torrino uno spettacolo incredibile. Vincono Andrea Cassarà ed Elisa Di Francisca, a nobilitare due podi composti da così tante medaglie che a contarle c’è da perdere la testa.

Su tutte, quella femminile fra Elisa Di Francisca e Arianna Errigo, che per venti minuti buoni cristallizza il tempo e l’attenzione di tutti. Spettacolo puro fra le due finaliste di Londra 2012, che danno vita a un assalto palpitante, a tratti ruvido e risoltosi con il brivido dell’ultima stoccata al minuto supplementare: la spunta la jesina, con una parata e risposta che vanifica l’attacco (e la rimonta dall’11-14 al 14) di Arianna Errigo. Un antipasto ricco di quello che tutti i tifosi italiani sperano di poter ammirare fra qualche mese sulle pedane di Rio, quando la posta in palio sarà ben più ricca di un seppur importante Campionato Tricolore. Che, per la cronaca, finisce nelle saccocce di Elisa Di Francisca: l’atto finale contro Valentina Cipriani è pressochè un monologo, come attestato anche dal 15-5 in finale. Quarto sigillo per Elisa, il secondo di fila dopo quello di Torino artigliato lo scorso giugno. Sul terzo gradino del podio ci sale anche un’ottima Chiara Cini.

Spettacolo anche nella gara di fioretto maschile. Fra i primi quattro ci arrivano tre medaglie olimpiche di Londra e assieme a loro Daniele Garozzo. Si fermano in semifinale il campione italiano uscente e Valerio Aspromonte – battuto da Cassarà in una semifinale remake con medesimo esito del Mondiale 2011 di Catania – mentre a giocarsi l’intera posta in palio arrivano Cassarà e Baldini. Ne esce un assalto bellissimo, combattuto punto a punto fra due assoluti fuoriclasse dell’arma. Vince il carabiniere brescia, che piazza la zampata finale per chiudere sul 15-13. Per Cassarà terzo titolo tricolore in carriera, dopo quelli del 2002 e del 2008.

Fra i volponi del fioretto c’è spazio anche per Guillaume Bianchi: il ragazzo dell’under 20 lotta come un leone contro Valerio Aspromonte, cedendo solo nel finale sul punteggio di 15-12. Negli otto finisce anche l’ottimo Rosatelli: perché se il presente è una certezza, il futuro promette già bene.

Classifiche

Fioretto femminile – 1. Elisa Di Francisca (Fiamme Oro), 2. Valentina Cipriani (Aeronautica Militare), 3. Arianna Errigo (Carabinieri), 3. Chiara Cini (Club Scherma Pisa Di Ciolo), 5. Elisa Vardaro (Aeronautica Militare) 6. Carolina Erba (Fiamme Gialle) 7. Francesca Palumbo (Aeronautica Militare) 8. Camilla Mancini (Fiamme Gialle)

Fioretto maschile – 1. Andrea Cassarà (Carabinieri) 2. Andrea Baldini (Aeronautica Militare) 3. Valerio Aspromonte (Fiamme Gialle), 3. Daniele Garozzo (Fiamme Gialle), 5. Tobia Biondo (Carabinieri), 6.Guillaume Bianchi (Frascati Scherma), 7. Francesco Trani (Forestale), 8. Damiano Rosatelli (Forestale)

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.