Varsavia: argento per Bebe, si interrompe la striscia vicente

Secondo posto per l’azzurra in Coppa del Mondo. Che non perdeva da oltre due anni. 

 

Una storia cominciata nel 2014 a Lonato e passata attraverso Coppa del Mondo, Mondiali ed Europei di Casale Monferrato. E che ieri si è interrotta per mano della russa Viktoria Boykova, brava a regolare Bebe Vio nell’atto finale dell’ultima prova di Coppa del Mondo andata in scena ieri a Varsavia.

Ma al netto del filotto di 11 vittorie consecutive – fermatosi proprio in quella Varsavia che due anni fa la vide per l’ultima volta giù dal gradino più alto del podio – la sconfitta di ieri non porta alcun nocumento o preoccupazione in casa della fuoriclasse azzurra che, more solito, ha tirato una gara fatta di tutte vittorie ai gironi e di punteggi netti nelle eliminatorie che l’hanno portata all’atto finale. Dove Viktoria Boykova, l’unica peraltro a impegnarla più del solito nella cavalcata casalese, le ha acceso il semaforo rosso imponendosi per 15-13.  E ora, smaltita con successo anche la Maturità, testa a Rio 2016, che resta il vero obiettivo di Bebe e su cui la tiratrice di Mogliano Veneto ha settato preparazione fisica e tecnica.

Nelle altre gare di giornata, poche gioie per i colori azzurri: nell’altra prova di fioretto femminile, quella di Categoria A, la vittoria è andata alla portacolori di Hong Kong Chui Yee Yu, che in finale si è imposta sull’ucraina Natalia Morkvych per 15-9. Podio per la Campionessa Europea di Casale, l’ungherese Eva Andrea Hajmasi e per la sua connazionale Zsuzsanna Krajnyak, mentre fra le azzurre si segnala l’ottavo posto di Loredana Trigilia e il dodicesimo di Andreea Mogos.

A completare il programma della prima giornata, le prove di spada maschile nelle categorie A, B e C. Nella prima, in gara per l’Italia c’erano Matteo Betti, Emanuele Lambertini e Edoardo Giordan, che hanno chiuso rispettivamente al tredicesimo, ventiquattresimo e ventiseiesimo, mentre la vittoria è andata al britannico Piers Gilliver. Nelle prove di categoria B e C, vittoria rispettivamente per il bielorusso Andrei Pranevich e l’ucraino Serhii Shavkun.

Classifiche

Fioretto femminile Cat. A – 1. Yu (Hkg), 2. Morkvych (Ukr), 3. Krajnyak (Hun), 3. Hajmasi (Hun), 5. Sycheva (Rus), 6. Ng (Hkg), 7. Efimova (Rus), 8. Trigilia (Ita)

Fioretto femminile Cat. B –  1. Boykova (Rus), 2. Vio (Ita), 3. Makrytskaya (Blr), 3. Vasileva (Rus), 5. Mishurova (Rus), 6. Khetsuriani (Geo), 7. Dani (Hun), 8. Drot Malarme (Fra)

Spada maschile Cat. A –  1. Gilliver (Gbr), 2. Yusupov (Rus), 3. Pender (Pol), 3. Shaburov (Rus), 5. Noble (Fra), 6. Fedyaev (Rus), 7. Calka (Pol), 8. Mato (Hun).

Spada maschile Cat. B – 1. Pranevich (Blr), 2. Rzasa (Pol), 3. Ifebe (Fra), 3. Tarjanyi (Hun), 5. Kuzoukov (Rus), 6. Coutya (Gbr), 7. Cratere (Fra), 8. Naumenko (Ukr)

Spada maschile Cat. C – 1. Shavkun (Ukr), 2. Kavaliou (Blr), 3. Shcheglov (Est), 3. Michalowski (Pol), 5. Semaan (Lib), 6. Kolodziejczyk (Pol)

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi per Federscherma

 

 
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.