Prima Prova Nazionale Erba: le gare al maschile

Nel fine settimana in palio i primi pass per gli Assoluti di Gorizia. In pedana tutti i big della scherma azzurra. Le gare al maschile.

 

Tutti assieme, agonisticamente. Parte da Erba e dalla prima Prova Nazionale Open il cammino della scherma azzurra verso gli Assoluti estivi, previsti a Gorizia. La novità principale del 2016 è la presenza di tutte e sei le armi, con l’esercito di spadisti e spadiste che si aggiunge a sciabola e fioretto, per un totale di oltre 1500 in gara nella tre giorni che scatta domani sulle 50 pedane allestite all’interno dei padiglioni del Palafiere della cittadina vicina a Como.

Una gara che è anche un succoso antipasto della stagione di Coppa del Mondo che prende il via il prossimo fine settimana, con le fiorettiste che fanno rotta verso Cancun per il vernissage internazionale post Olimpico. In questa prima parte di articolo presentiamo i temi legati alle gare al maschile.

Fioretto – . Daniele Garozzo, oro olimpico a Rio nel fioretto, scalpita per iniziare una nuova stagione. Un po’ come quei piloti di moto impazienti di scendere in pista con il loro bel numero 1 fiammante sulla carena da mostrare con orgoglio immediatamente dopo un’annata trionfale. Sarà indubbiamente lui la stella della gara di domenica, dove sarà della partita anche Giorgio Avola. Cerca riscatto dopo una stagione così così anche Edoardo Luperi, mentre fra i giovani occhi puntati su Damiano Rosatelli, Fancesco Ingargiola e Guillaume Bianchi.

Sciabola – Diego Occhiuzzi, smaltita la delusione di Rio, riparte con una rinnovata promessa d’amore alla sua sciabola. Ma soprattutto, con un rinnovato entusiasmo e voglia di fare bene che la brutta gara olimpica non hanno fortunatamente scalfito. Da Erba Luigi Samele inizia la difesa del suo titolo vinto l’anno scorso ma, soprattutto, inizia una stagione in cui cercherà di ritornare ai vertici internazionali dopo un periodo buio sotto questo aspetto. Discorso identico per Enrico Berrè, mentre Luca Curatoli è atteso a un quadriennio da protagonista in cui è chiamato a confermare quanto di buono fatto vedere non solo fra i Giovani ma anche e soprattutto in questo primo spicchio di carriera fra i “grandi”, in cui è arrivato a un passo dalla qualificazione ai Giochi Olimpici.

Spada – Un numero mostruoso di concorrenti, al punto che la gara di spada da sola si prende l’intera scena del venerdì inaugurale. Ci sarà al completo il quartetto che poco meno di due mesi fa ha conquistato la medaglia d’argento alle Olimpiadi di Rio: Enrico Garozzo, Marco Fichera, Paolo Pizzo e Andrea Santarelli. Ma se nelle altre gare fare un pronostico è assai ardua impresa, qui si rasenta la soglia dell’impossibile. E non aiuta il numero monstre di partecipanti, senza ovviamente dimenticare l’imprevedibilità della spada,arma in cui navigano vecchie volpi (Matteo Tagliariol, ad esempio) ma anche giovani promesse come Valerio Cuomo o Federico Vismara, con quest’ultimo che riparte dall’argento vinto a Roma agli ultimi assoluti.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi per Federscherma
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.