Under 20: Valerio Cuomo trionfa, Federica Isola centra il podio

A Riga, vittoria dello spadista figlio d’arte. Terzo posto per la Isola¬†a Laupheim.

 

Federica Isola chiama, Valerio Cuomo risponde con il rilancione, e si porta a casa l’intera posta. La giornata di gioia per la scherma azzurra Under 20 va in onda sul filo diretto Laupheim – Riga, campi di gara di questo fine settimana interamente dedicato alla spada. Terzo posto finale per la spadista di Vercelli, che si ferma a una sola stoccata dal centrare la finalissima, vittoria per il figlio d’arte, che conferma sempre di pi√Ļ quanto il detto “buon sangue non mente” sia decisamente rispondente alla verit√†.

Lo aveva lasciato a Bourges con una doppia medaglia, l’argento individuale e l’oro a squadre. Lo ritroviamo a Riga sul gradino pi√Ļ alto del podio alla sua prima uscita in Coppa del Mondo di categoria dopo aver saltato il vernissage di Lussemburgo. A sancire il trionfo di Valerio Cuomo, il 15-9 inflitto in finale al francese Clement Dorigo, ultima perla di una gara cominciata in mattinata con il percorso netto nei giorni e proseguito, assalto dopo assalto (compreso un derby vinto ai sedicesimi di finale, 15-13 con Giacomo Paolini), fino all’ultimo atto. Come sia andata √® storia nota, cos√¨ come ormai ¬†√® sotto gli occhi di tutti la conferma del talento di questo ragazzo che da pap√† Sandro ha ereditato non solo il cognome ma anche l’ars schermistica. Terzo posto per il giapponese Kentaro¬†Murayama e per il magiaro Patrik¬†Esztergalyos, fermato in semifinale proprio da Cuomo, mentre per trovare un altro azzurro in classifica bisogna scendere fino al nono posto, laddove si √® fermato Alessio Preziosi.

Si ferma invece al cospetto della francese Aliya Bayram la corsa di Federica Isola nella gara femminile andata in archivio a Laupheim. Per la giovane portacolori della Pro Vercelli, un altro podio fra le Under 20 al suo primo vero anno in questa categoria. Peccato davvero per quell’ultima fatale stoccata, che le avrebbe spalancato le porte della finalissima contro la russa Daria Filina, poi vincitrice a fine giornata proprio sulla Bayram (15-11 il punteggio finale). Da registrare, per l’Italia, anche il settimo posto di Susan Maria Sica fermata da una Bayram che oggi sembrava particolarmente ispirata ogni qualvolta si √® trovata di fronte una spadista azzurra. Nona piazza per Beatrice Cagnin, mentre colpisce la casella 67 occupata da Eleonora De Marchi.

Classifiche

Spada femminile Under 20 (Laupheim) – 1. Filina (Rus), 2. Bayram (Fra), 3. Isola (Ita), 3. Soldatova (Rus), 5. Botvinik (Isr), 6. Nagy (Hun), 7. Sica (Ita), 8. Tarasova (Rus)

Spada maschile Under 20 (Riga) – 1. Cuomo (Ita), 2. Dorigo (Fra), 3. Murayama (Jpn), 3. Esztergalyos (Hun), 5. Lubienecki (Pol), 6. Mahringer (Aut), 7. Bielec (Pol), 8. Braun (Ger)

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi per Federscherma

 
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *