L’Italia trova il podio con Berrè e Curatoli, vince Anstett

Bella prova di Berrè, battuto in finale da Anstett. Curatoli si ferma a una stoccata dalla finalissima. Bella prestazione di Lorenzo Romano, che entra negli otto.

 

L’ultima volta sul podio per Enrico Berrè è datata maggio 2014, quando trionfò a Plovdiv conquistando la sua prima e sin qui unica vittoria in Coppa del Mondo. Due anni e mezzo dopo, il ragazzo dei castelli romani ritrova la piacevole sensazione di entrare fra i primi tre della classifica generale, al termine di una gara che, malgrado le molte assenze, gli ha messo sul cammino avversari di altissimo lignaggio, fra cui due delle tre medaglie di Rio.

Lo ha fermato Vincent Anstett, vincitore di tappa, che nell’atto decisivo si è imposto per 15-11. A 34 anni, il francese continua a cavalcare un periodo di forma straordinario, cominciato lo scorso maggio con la vittoria di Madrid e passato attraverso il podio al Grand Prix di Mosca e l’argento Europeo conquistato a Torun. Un vero e proprio ammazza italiani il francese, soprattutto nella parte finale della gara: 15-11 a Lorenzo Romano per fermari ai quarti di finale la miglior esibizione dell’azzurro a livello Assoluto (settimo), quindi lo sprint su Luca Curatoli per il 15-14 che lo lancia verso la finale e che ha fermato il secondo azzurro a podio oggi al terzo posto.

Gara tosta oggi per Berrè, che dapprima ha dovuto affrontare una sorta di mini-campionato italiano, battendo nell’ordine Massimiliano Murolo (15-6) e Alberto Pellegrini (15-10), prima di abbattere uno dopo l’altro il bronzo olimpico – nonchè numero 1 al Mondo – Junghwan Kim quindi l’argento di Rio, lo statunitense Daryl Homer, finito a fare compagnia a Curatoli sul gradino più basso del podio. Un percorso, quello di Enrico, che da ancora più prestigio al suo risultato, perchè di fatto fa passare in secondo piano le tante assenze che hanno caratterizzato questa prima prova di Coppa del Mondo di sciabola maschile.

Fra gli altri azzurri, bella la prova di Dario Cavaliere: il giovane azzurro arriva fino agli ottavi di finale, prima di dover lasciare strada a Homer. Stop agli ottavi anche per Luigi Samele, mentre i tanti derby capitati oggi nelle prime fasi han contribuito a decimare fin da subito la truppa italiana, che pure si era presentata ai blocchi di partenza del main draw con il pieno di atleti. E così è arrivato lo stop nel turno dei 32 anche per Leonardo Affede e per Francesco Bonsanto, mentre al primo turno è finita la gara di Gabriele Foschini, superato 15-10 da Leonardo Affede, Massimiliano Murolo, sconfitto da Enrico Berrè, Luigi Miracco, eliminato per mano del compagno di Nazionale Luigi Samele per 15-5, e Giovanni Repetti fermato dal francese Barloy col punteggio di 15-9.

Classifica – 1. Anstett (Fra), 2. Berrè (Ita), 3. Curatoli (Ita), 3. Homer (Usa), 5. Huebers (Ger), 6. Apithy (Fra), 7. Romano (Ita), 8. Lambert (Fra)

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.