Fioretto femminile: il riepilogo del fine settimana di Saint Maur

Arianna Errigo ancora a podio, il ritorno da vincitrice di Inna Deriglazova. Tutti i temi del fine settimana di Saint Maur appena andato in archivio.

 

 

A Saint Maur è andato in archivio il secondo appuntamento con la Coppa del Mondo di fioretto femminile per quanto concerne la stagione 2016/2017. In attesa di rivedere in azione le fiorettiste da molto vicino in occasione del Grand Prix di Torino di inzio dicembre, torniamo a rivivere quanto accaduto nel week-end appena chiusosi nella località a pochi chilometri da Parigi.

podio-fioretto-femminile-squadra-cancun2016-volpierrigobatinicini

Due di fila per il Dream Team – Da Cancun a Saint Maur, nel filo rosso chiamato vittoria. Ma quella conquistata ieri in Francia ha un altro significato, perchè spezza un filotto di vittorie russe cominciato lo scorso anno ad Algeri e proseguito fra Rio De Janeiro – vittoria del Mondiale a squadre nell’ultima gara di Valentina Vezzali – Tauber e Torun, dove è arrivata anche la laurea Europea. Una vittoria netta, ben più di quanto possa suggerire il 45-39 finale: perché le azzurre hanno controllato le operazioni dalla prima all’ultima frazione, con l’unica incertezza di Alice Volpi che cede 5-9 alla Zagidullina nell’ottavo assalto.

scherma-arianna-errigo-saint-maur-fb-federscherma-800x533

C’è il due ma non il tre – Dopo aver vinto per due volte di fila sulle pedane francesi, Arianna Errigo era lanciata verso un probabilissimo tris. A fermarla ci ha pensato Nicole Ross in semifinale, con la monzese che ha dovuto “accontentarsi” della terza piazza. Un risultato che non ha lasciato del tutto soddisfatta Arianna, che così ha commentato tramite Facebook: «Purtroppo ho perso in semifinale 15 – 10 sono un po’ delusa ma è pur sempre podio.
Oggi è stata una giornata difficile, tante cose non hanno funzionato proprio per questo devo apprezzare il risultato. Quando tornerò a casa lavorerò sodo». Nel frattempo incassa il decimo podio in undici gare, nove su nove se vogliamo limitarci alla sola Coppa del Mondo: l’ultima volta giù dal podio, cncun nell’ottobre 2015. Poi da lì non l’hanno più fatta scendere.

erica cipressa

Miglior risultato eguagliato – Ai sedicesimi di finale di una prova di Coppa del Mondo Senior, Erica Cipressa ci era già arrivata nel 2014 al Grand Prix di Torino. Ma se allora era una promettente Giovane che approfittava della tappa casalinga per fare epserienza, ora la situazione è cambiata: uscita dalla categoria Under 20, Erica deve lottare per guadagnarsi l’autorizzazione a partecipare alle gare di Coppa. A Siant Maur ha riposto presente, battendo l’avversaria di mille battaglie Svetlana Tripapina prima di cedere per 15-10 alla giapponese Azuma. Promossa.

deriglazova

Ritorno da regina – Aveva chiuso la stagione 2016 vincendo la gara più importante, quella che vale la certificazione dell’ingresso fra le più grandi di sempre. E, dopo aver saltato l’esordio in Messico, Inna Deriglazova è tornata andando subito a segno nella prova individuale a Saint Maur. Una prova maiuscola quella della russa, che ha concesso poco o nulla alle avversarie di giornata, senza che nessuna arrivasse alla doppia cifra alla voce stoccate messe.

ross

Nicole ci ha preso gusto – Prima del terzo posto di  Cancun, unica non azzurra nel trionfo tutto italiano dell’apertura stagionale, Nicole Ross non aveva mai centrato il podio in una tappa di Coppa del Mondo. Ma dopo essersi sbloccata, la ventisettenne newyorchese sembra averci trovato gusto a fare capolino nella foto ricordo finale, facendo immediatamente bis a Saint Maur. In Francia ha anche scalato un ulteriore scalino, arrivando al secondo posto, e togliendosi anche lo sfizio di fermare la numero 1 al Mondo. A Torino ci sarà da fare i conti anche con la gasatissima americana.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografie  Tay Pamart/Bizzi/Fie
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.