Fioretto maschile: il riepilogo del week-end di Tokyo

I temi e gli approfondimenti sul week-end di Coppa del Mondo di fioretto maschile a Tokyo.

 

Con il fine settimana di Tokyo, anche il fioretto maschile ha celebrato la sua seconda tappa della stagione 2016/2017. In attesa di rivedere i migliori interpreti della disciplina in azione a Torino nel Grand Prix di inizio dicembre, ritorniamo a dare uno sguardo a quanto accaduto in Giappone.

chamley

Un americano in Giappone… – … atto quarto! Per la quarta edizione di fila, infatti, il prestigioso Prince Takamada di fioretto maschile finisce nelle mani di un fiorettista statunitense. E così, dopo Gerek Meinhardt, Race Imboden e Alexander Massialas, non poteva mancare la firma di Miles Chamley Watson. Il quarto dei medagliati di Rio, mette in fila lo scalpo di ben cinque azzurri e si aggiudica la prova individuale.

avola

L’acuto mancato del Conte – C’è andato veramente vicino Giorgio Avola a conquistare la sua prima vittoria in Coppa del Mondo, lottando in ogni assalto e cedendo solo all’ammazza italiani Miles Chamley Watson. Per il campione d’Europa 2011, un altro podio dopo il bronzo conquistato agli Europei. Resta, però, il rammarico per non essere riuscito a far risuonare l’Inno di Mameli, come lo stesso Avola ha commentato tramite i canali social: «Ci ho provato, fino alla fine, ma non è bastato…lo volevo davvero quest’inno».

ale-paroli

Il primo podio non si dimentica mai – Dodicesimo lo scorso febbraio a Bonn, sedicesimo a Shanghai nell’ultimo Grand Prix stagionale. In mezzo, il viaggio a Rio De Janeiro come sparring partner della nazionale Paralimpica in preparazione dei Giochi.  Che, dal loro albergo di Pisa, hanno voluto tributare il loro applauso ad Alessandro Paroli, che a Tokyo ha centrato il primo podio in Coppa del Mondo. Una prima volta che il ventisettenne livornese, scuola Fides, ricorderà per sempre e da cui riparte per affrontare con entusiasmo le prossime gare.

daniele garozzo

Garozzo ancora a un passo dal podio – Come alla prima in Egitto, anche a Tokyo Daniele Garozzo si è fermato a una sola stoccata dal podio. Questa volta è stato Chamley Watson a sbarrargli la strada. Ma la notizia più bella del fine settimana, Daniele l’ha ricevuta da Torino, dove una signora ha ritrovato in un cassonetto la sua medaglia d’oro Olimpica che gli era stata rubata qualche giorno prima in treno

quartetto-fioretto-tokyo

Quartetto ancora sul podio – C’è Alessio Foconi al posto di Edoardo Luperi, ma il risultato non cambia: un altro podio per il quartetto dei fiorettisti, che chiudono al terzo posto dopo aver battuto il Giappone nella finalina. In mezzo, una netta affermazione contro la Corea e la sconfitta in semifinale contro gli Stati Uniti.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Foto di Ferraro/Bizzi per Fie
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.