Scherma paralimpica: il riepilogo del week-end di Pisa

I record di Bebe, il primo podio di Emanuele Lambertini, i trionfi di Sarri e Pellegrini. Il riepilogo delle emozioni del fine settimana di Coppa del Mondo di scherma Paralimpica a Pisa.

 

Dieci piazzamenti sul podio, con tre vittorie, altrettanti secondi posti e quattro terzi. L’Italia fa grande festa nella tappa casalinga della Coppa del Mondo di scherma paralimpica. Una tre giorni di gare intensissima, che malgrado l’assenza di molti big stranieri, ha regalato spettacolo ed emozioni al pubblico accorso al Pala Cus. Oltre 150 totale gli atleti, provenienti da 16 paesi del Mondo, che si sono sfidati all’ombra della Torre Pendente. Un week-end che vi riepiloghiamo qui, per rivivere tutte le emozioni della gara toscana.

emanuele-lambertini

Il periodo d’oro di Ema – L’esperienza alle Paralimpiadi di Rio 2016, i due titoli iridati Under 17, e ora anche il primo podio in carriera in Coppa del Mondo, messo a segno nella prova individuale di fioretto maschile categoria A in coabitazione con Matteo Betti. Per Emanuele Lambertini è un vero e proprio periodo d’oro, con la ciliegina sulla torta della sua nomina, da parte dell’IPC, ad Atleta Paralimpico del mese di ottobre.

bebe-vio

I numeri record di Bebe – Da quando Bebe ha vinto la medaglia d’oro alle Paralimpiadi di Rio (trascinando anche al bronzo le sue compagne di squadra), per la fuoriclasse di Mogliano Veneto è iniziata una vera e propria favola. La cena alla Casa Bianca, le tante ospitate in televisione per raccontare la sua storia e lanciare ogni volta messaggi di ottimismo e amore per la vita, la sfilata per Dior a Parigi. Stelle e luccichii di vita mondana che però non hanno distolto Beatrice Vio da quello che meglio le riesce: vincere. E così a Pisa ha aggiornato nuovamente il suo record, stra-vincendo la gara di casa e suggellando al meglio un cammino che dal 2014 a oggi non l’ha mai vista giù dal podio. Terza Coppa del Mondo per lei e un bagno di folla autentico durante tutti i tre giorni, senza mai sottrarsi alle infinite richieste di autografi, foto, interviste e selfie.

giordan-pellegrini

Roma power – Uno è il super eroe di sei Paralimpiadi, che da poco è tornato ad abbracciare l’altro suo amore così grande da non poterlo dimenticare, ovvero il wheelchari basket. L’altro è il giovane emergente, grandi doti fisiche e grande cuore: quello che gli ha permesso di rimontare dal 6-11 il cinese Li Hao in uno degli assalti più emozionanti di tutta la tre giorni e prendersi la finale. Andrea Pellegrini ed Edoardo Giordan (in ordine di classifica finale) sono uniti dal filo giallorosso della romanità e sono i protagonisti della splendida doppietta messa a segno nella sciabola maschile Categoria A. A loro si è aggiunto, nella giornata finale, un altro romano e romanista doc, ovvero Alessio Sarri, che dopo la terza piazza conquistata nella spada, ha vinto la prova di sciabola Categoria B.

quartetto-fioretto-pisa

Quartetto d’argento – A batterli, più che la Polonia, la stanchezza al termine di una giornata lunghissima e di una gara ad altissimo tasso di stress emotivo. Nulla però che possa cancellare la maiuscola prova della squadra di fioretto maschile composta da Matteo Betti, Matteo Dei Rossi, Emanuele Lambertini e Gabriele Leopizzi, che dopo aver battuto in due tesissimi assalti la Russia ai quarti e la Cina in semifinale, si arrende in finale ai polacchi. E l’eventuale rammarico per non aver compito l’opera, lascia totalmente spazio alla felicità per una gara da applausi a scena aperta.

mogos

 

Il cuore di Andreea – Ci è andata vicinissima, Andreea Mogos, a centrare la sua prima vittoria in Coppa del Mondo nella prova di sciabola femminile. L’azzurra ha lottato come una leonessa contro un’avversaria, l’ungherese Amarilla Veres, che abita al terzo posto del ranking. Spinta dal pubblico e dai compagni, l’azzurra è stata brava a risalire dopo una partenza flash dell’avversaria, ma alla fine ha dovuto alzare bandiera bianca. Per lei – che aveva fatto bronzo a Casale –  rimane il miglior piazzamento in carriera.

trigilia

Trigilia terza nel fioretto – Torna a casa con una medaglia anche Loredana Trigilia, che nella prova individuale di fioretto Categoria A si ferma al terzo posto, fermata in semifinale dalla cinese di Hong Kong Pui Fan. Nel giorno in cui tutti gli occhi sono puntati su Bebe, trova il modo per aggregarsi alla festa e arrotondare il bottino già reso ricco non solo dalla compagna di avventura paralimpica, ma anche dalla doppietta degli sciabolatori e dal terzo posto di Alessio Sarri.

brunati-spreafico

Un’esperienza da ricordare – Fra le azzurre in gara a Pisa anche due giovanissime atlete lombarde, Sofia Brunatiprotagonista lo scorso 30 ottobre del galà della scherma a Milano, dove ha preso parte anche Gabriele Leopizzi, secondo nella gara a squadre di fioretto maschile – e Matilde Spreafico. Lombarde, classe 2000, per loro la possibilità di tirare in Coppa del Mondo contro le migliori atlete della specialità e la possibilità di stare a contatto con i ragazzi della nazionale. Per loro, che si sono cimentate tanto nella spada quanto nella sciabola, una tre giorni che difficilmente dimenticheranno. Così come il Circolo Scherma Lecco dove le due ragazze si allenano.

russia-paralimpica

Russia protagonista – La draconiana decisione dell’IPC di escludere senza se e senza ma l’intera delegazione russa da Rio 2016 li ha privati della possibilità di gareggiare per le medaglie più prestigiose. A Pisa la Russia è scesa con intenzioni bellicose, schierando tutti i suoi migliori alfieri e facendo incetta di vittorie e podi. Roman Fedayev, Artur Yusupov, Ludmila Vasileva, Julia Efimova – solo omonima della contestata nuotatrice che invece a Rio ci è andata ed è pure tornata a casa con due medaglie d’argento – sono solo alcune delle stelle russe ad aver brillato a Pisa. Russia che è stata una delle sei nazioni ad aver centrato una vittoria assieme ad Italia, Ungheria, Hong Kong, Gran Bretagna e Polonia.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia di Augusto Bizzi per Federscherma
jizzrain.com/vd/2353-video

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.