Bebe è ancora super, Betti centra il podio

Per l’azzurra terza vittoria in tre gare stagionali. Matteo Betti terzo nella prova di spada maschile Cat. A

 

Ancora lei, ancora Beatrice Vio. A Staadskanal, Olanda, si ripete il copione delle ultime tappe di Coppa del Mondo, con l’azzurra a dominare e le avversarie ad accontentarsi delle briciole, che tradotto in numeri fa 12. Tante sono le stoccate concesse dalla fuoriclasse azzurra nel suo percorso ad eliminazione diretta, aperto dal 15-5 alla giapponese Sakurai e chiuso con un altro 15-5, quello rifilato in finale all’avversaria storica Gyongy Dani. In mezzo, il 15-2 in semifinale con l’ucraina Tetyana Podzniak, che chiude così la terzo posto assieme alla georgiana Irma Khetsuriani.

Ma nella giornata (l’ennesima) di gloria di Bebe, c’è spazio anche per Matteo Betti, che dopo il terzo posto di venerdì nella prova di fioretto Cat. A, si è ripetuto ieri nella gara di spada. A fermarlo in semifinale il fuoriclasse britannico Piers Gilliver, che poi ha vinto la prova imponendosi per 15-6 sul polacco Calka. Assieme a Matteo Betti, ha chiuso al terzo posto Alhaddad, mentre gli altri azzurri in gara, ovvero Matteo Dei Rossi ed Emanuele Lambertini hanno chiuso la loro gara agli ottavi di finale, mentre al turno prima era finita la gara di Edoardo Giordan.

Italia fuori di poco dal podio nelle altre due gare di giornata, a partire dal fioretto femminile Cat. A, vinto dall’ungherese Szuszanna Kraynjak sulla cinese di Hong Kong Yu Yee Chui per 15-14. Tanto Loredana Trigilia quanto Andrea Mogos, infatti, hanno chiuso la loro prova ai quarti di finale, con la romana battuta per 15-2 da Eva Andrea Hjamasi (terza a fine giornata, in  coabitazione con Natalia Morkvych), mentre la Mogos ha dovuto lasciare pedana libera alla Yu (15-7). Si ferma invece agli ottavi Sara Bortoletto.  

A chiudere il programma di giornata, la gara maschile di spada Cat. B, con Marco Cima e Alessio Sarri fermati ai quarti con doppio 15-7 rispettivamente dal brasiliano Guissone e dal francese Ifebe. A vincere è stato un altro britannico, Dimitri Coutya, che centra il biso dopo aver vinto ieri la gara di fioretto battendo in finale proprio Giovane Guissone, con l’iracheno Ali a chiudere il podio assieme a Yannick Ifebe.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.