Le jour parfait! Marco Fichera trionfa al Monal

Primo successo in carriera dell’acese. Battuto in finale Yannick Borel. Podio per Kano e Kostka.

 

La giornata perfetta nella cornice più prestigiosa. Non poteva scegliere palcoscenico migliore Marco Fichera per centrare la sua prima vittoria in Coppa del Mondo: Parigi, lo Stade De Coubertin e un pubblico infuocato a spingere Yannick Borel, beniamino di casa arrivato a contendere all’acese il bersaglio grosso in una delle grandi classiche della Coppa del Mondo di spada maschile. Che torna a tingersi d’azzurro dopo cinque anni, dall’ultima volta datata 2012 e firmata Diego Confalonieri.

Funziona tutto meravigliosamente negli ingranaggi di Fichera, dal primo all’ultimo assalto: Rubes cede per 15-12, Biabiany fa poco e raccoglie quattro stoccate. Ma il vero capolavoro, il ragazzo di Acireale, lo fa fra ottavi e quarti di finale, dapprima non lasciando scampo al campione Olimpico di Rio 2016 Sangyoung Park, quindi aprendosi la strada verso il podio contro un maestro della specialità come l’estone Nikolaj Novosjolov. L’antipasto della portata principale, da gustarsi dapprima fermando al terzo posto l’ottimo giapponese Koki Kano (secondo podio per lui, che a parigi si trova a condividere la piazza con il polacco Kostka), quindi mettendo sotto scacco il leader del ranking Mondiale con un assalto di grande intelligenza, in equilibrio fino al 6 pari e poi lentamente quanto inesorabilmente indirizzatosi in direzione azzurra. Fino al 15-12 finale, che regala a Marco il primo successo in carriera ma anche gli applausi convinti del competente e sportivo pubblico francese.

Fra gli altri azzurri in gara oggi, si fermano a un passo dalla finale a otto tanto Enrico Garozzo quanto Matteo Tagliariol, entrambi beffati sul 15-14 l’uno (Garozzo) da Daniel Jerent – che nel turno precedente aveva già estromesso Paolo Pizzo – l’altro da Nikolaj Novosjolov, in un assalto in cui l’oro olimpico di Pechino 2008 aveva per lunghi tratti dominato l’avversario. Si ferma invece nel tabellone dei 32 il cammino di Lorenzo Buzzi, stoppato dal giapponese Kano.

Classifica – 1. Fichera (Ita), 2. Borel (Fra), 3. Kano (Jpn), 3. Kostka (Pol), 5. Novosjolov (Est), 6. Jerent (Fra), 7. Anokhin (Rus), 8. Gustin (Fra)

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Pamart/Bizzi/Fie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.