Neri-Mignuzzi, doppietta italiana a Plovdiv

Nella gara maschile di Coppa del Mondo Under 20, uno due azzurro con Neri che batte in finale Mignuzzi. Domani la gara femminile.

 

Matteo Neri primo, Giacomo Mignuzzi sul secondo gradino del podio, dopo aver perso una finale tutta azzurra per 15-8. Questo racconta la prova individuale di sciabola maschile di Plovdiv, seconda fatica stagionale per la Coppa del Mondo Under 20 edizione 2017/2018, quella che guarda ai Mondiali di Verona. E non può che essere uno sguardo intriso di grande ottimismo, al netto che il percorso è appena all’inizio.

Lo dice la terza vittoria in Coppa del Mondo del diciottenne bolognese, assente a Teheran perché impegnato a dare la caccia all’oro ai Mondiali Militari di Acireale. Lo corrobora il secondo podio di fila firmato da Giacomo Mignuzzi, terzo a Teheran, che qui scala un ulteriore gradino e si ferma alla piazza d’onore. Su quello più alto, si erge un Neri in grandissimo spolvero, che solo in un occasione, negli ottavi di finale contro il russo Stanislas Pozdnyakov (che alza bandiera bianca sul 15-12), concede agli avversari la doppia cifra. Per il resto, è tutta una serie di netti 15-6, prima del doppio 15-8 con cui regola dapprima l’americano Andrew Doddo (terzo a fine gara, in coabitazione con Konstantin Lokhanov) e poi il compagno di squadra.

Per quanto riguarda la gara degli altri italiani, da segnalare la finale a otto sfiorata da Raffaele Minischetti e Matteo Cederle, che si sono fermati agli ottavi di finale, con il primo battuto per una sola stoccata da Giacomo Mignuzzi. Più indietro gli altri azzurri. Domani il programma prosegue con la prova individuale femminile, con altre 12 azzurre in gara.

Classifica (risultati completi) – 1. Neri (Ita), 2. Mignuzzi (Ita), 3. Doddo (Usa), 3. Lokhanov (Rus), 5. Kindler (Ger), 6. Mandov (Bul), 7. Stepanov (Rus), 8. Skeete (Usa)

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.