Il Dream Team torna a vincere. A Saint Maur è gioia azzurra

Battuta in finale la Russia. Francesca Palumbo novità di giornata e subito protagonista. Terzo posto per la Cina.

 

Di nuovo prime, davanti a tutte. Di nuovo meglio della Russia, che torna a inchinarsi e ad ascoltare l’inno di Mameli. L’Italia del fioretto femminile riprende il filo con la vittoria interrotto qualche settimana fa a Cancun, dopo che nella passata stagione non aveva mai perso un assalto. E lo fa con una novità, Francesca Palumbo, che prende il posto di Martina Batini.

E la lucana è protagonista fin dall’inizio. Tira i quarti contro il Canada (45-31) e la semifinale con la Cina (45-32), chiudendo con un saldo di +9 prima di lasciare il compito di vincere la finale (45-38) al terzetto già campione del mondo composto da Arianna Errigo, Camilla Mancini e dall’argento della gara individuale di ieri Alice Volpi.

La Errigo comincia dalla panchina: contro il Canada tira un solo assalto, entrando nell’ultimo giro al posto di Camilla Mancini, con la Cina sta seduta tutto il tempo, poi con la Russia piazza un saldo stoccate di +5 chiudendo lei i conti contro la Ivanova, ma è la Volpi a fare la voce grossa in finale, piazzando un eccellente +10 personale e chiudendo 6-2 il penultimo parziale contro la Deriglazova che segna lo strappo decisivo nel match.

Il terzo posto va alla Cina, che supera 45-42 gli Stati Uniti. Le gerarchie sono ristabilite.

 

Twitter: GabrieleLippi1

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Foto Pamart/Bizzi per Fie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.