Il ritorno di Elisa Di Francisca: «Punto al Mondiale 2018»

In un’intervista concessa al Corriere della Sera, la fiorettista annuncia la sua voglia di tornare in pedana ed esserci già ai prossimi Mondiali.

 

L’avevamo lasciata sulle pedane di Rio con la medaglia d’argento al collo. Un anno e mezzo (e una maternità) dopo, Elisa Di Francisca scalpita per tornare a fare ciò che nella vita le ha dato tanto: calarsi la maschera e tornare a impugnare il fioretto. Il primo assaggio della nuova vita schermistica della jesina è fissato per il prossimo 25 novembre all’evento in memoria di Marta Russo, ma l’oro di Londra 2012 punta in alto. E fin da subito.

A spiegarlo, la stessa Elisa in un’intervista concessa al Corriere della Sera: «Voglio capire quanto sono ancora vicina all’atleta vincente a Giochi e Mondiali». E se nell’immediato post Rio la voglia è stata quella di prendersi una lunga pausa dalla pedana – «avevo la nausea della scherma […] ma sapevo che prima o poi sarebbe passata» – ora, all’alba dei 35 anni, la Di Francisca torna ad assaporare la voglia di gareggiare e di rimettersi in gioco: «Ho voglia di rimettermi la maschera, di impugnare di nuovo il fioretto e di sentire quello che mi dice la pedana: ho già ricominciato a correre e a lavorare con i pesi».

L’orizzonte è puntato a Wuxi e al presentarsi via ai prossimi Mondiali di luglio. Un obiettivo ambizioso, ma la fiorettista cresciuta in quell’incredibile fucina di talenti che è Jesi non è certo tipo da farsi spaventare dalle sfide: «Penso di essere ancora la Di Francisca di un tempo» afferma sicura «la Cina  è vicina? Chissà, dovrò qualificarmi».

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Enervit Comunicazione

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.