Solo la Branza ferma Mara, Navarria seconda a Doha

La spadista friulana cede solo in finale e conferma il suo ottimo momento di forma dopo la vittoria di Tallinn. Finale a otto anche per Giulia Rizzi.

 

Quando sente il vento del deserto, Mara Navarria diventa ancora più forte. E Doha, per lei, è un po’ una seconda cosa. L’aveva detto, sui social, prima di salire sull’aereo che l’avrebbe portata in Qatar: “Il mio Gp preferito”. Uno di quelli da ricordi bellissimi, come la prima vittoria in Coppa del Mondo, nel 2012, o quella della rinascita a pochi giorni dalla morte del maestro Oleg Pouzhanov, nel 2015.

Stavolta Mara si ferma al secondo posto, sconfitta in finale per 10-6 da Ana Maria Popescu, tornata alle gare in tutta la sua classe dopo lo stop nell’anno post olimpico, in cui si presentò a una sola gara, proprio a Doha, per arrivare sesta. Terzo posto per la coreana Choi Injeong e la cinese Hou Guangjan.

Perfetta, fino a quel punto, la gara della Navarria, che conferma una condizione eccellente dopo la vittoria a Tallinn nell’esordio stagionale: 15-10 alla kazaka Alibekova nelle 64, 15-11 alla spagnola Kiskapusi nelle 32, 15-8 alla giapponese Shimookawa nelle 16, 15-11 all’ucraina Kryvytska nelle 8, 15-10 alla coreana Choi in semifinale. Nell’ultimo atto la Navarria prova a fare l’assalto, spingendo la Popescu a fondo pedana. Ma la fuoriclasse rumena si chiude bene, non concede spazi, e per due volte si va alla non combattività, col match tirato tutto nella terza manche.

Buon ottavo posto anche per Giulia Rizzi, che si ferma nel match decisivo per il podio battuta dalla stessa Choi per 15-6. Out nelle 16, invece, sconfitta per 15-7 dalla Popescu, Rossella Fiamingo. Eliminata nelle 32 da Emese Szasz per 15-9. Si fermano nelle 64 Alice Clerici (15-10 dalla tedesca Ndolo), Eleonora De Marchi (15-6 contro l’estone Kirpu), Brenda Briasco (15-13 con la cinese Xu Chengzi) e Nicol Foietta (15-10 dalla cubana Rodriguez Quesada).

 

Twitter: GabrieleLippi1

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Foto Bizzi/Fie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.