Udine: l’Italia sbanca il fioretto femminile, spadisti ai piedi del podio


Nella prima giornata di gare, tripletta azzurra nel fioretto femminile. Vince Rossini su Ricci, terza Tortelotti. Nella spada maschile, tre azzurri nella finale a otto.

 

Dulcis in fundo. Un detto in uso perlomeno da qualche annetto e tramandatosi fino a noi. E il dolce, per gli azzurrini, arriva davvero in fondo a una giornata di gare lunghissima, cominciata al mattino e chiusasi solo in tarda serata: banchettano alla grande le fiorettiste, con una tripletta a riempire il podio del Pala Bernes, e il rammarico per un en plein sfiorato per “colpa” della russa Victoria Yusova che ferma sul più bello Elena Tangherlini.

Vince Serena Rossini, più forte di tutte le avversarie e dei crampi a lungo suoi compagni di viaggio. Firma la sua prima vittoria stagionale dopo aver fermato alle porte del podio Leonie Ebert, stoppato in semifinale la grande cavalcata di un’ottima Lucia Tortelotti – di lei ne risentiremo sicuramente parlare – e battuto nell’atto decisivo Marta Ricci. Che pure era partita forte e aveva tentato la fuga,  rintuzzata dalla leader del ranking Mondiale prima che la stessa jesina, messa la freccia sul 10-9, chiudesse tutti i conti sul 15-10 finale. Ma più di questa tripletta e del poker mancato, a certificare la grande prova delle azzurre è il dato della presenza di ben 16 atlete nel tabellone delle 32 e dei  tanti, inevitabili, derby che hanno inevitabilmente ridotto gli effettivi dell’Italfioretto.

A metà fra la gioia e il rammarico, invece, naviga lo stato d’animo di Sandro Cuomo: tre atleti nei primi otto, con Giacomo Gazzainiga, Luca Diliberto e Marco Balzano fermati a un passo dal podio, e la certezza che dietro alle punte (oggi non molto in giornata) sta crescendo un vivaio interessante su cui poter contare e puntare. Peccato per non essere riuscito a centrare un podio in una gara che l’anno scorso aveva visto vincere il figlio del ct, Valerio. A festeggiare oggi, al termine di una finale ad alto tasso di nobiltà schermistica, il ceco Jakub Jurka, campione Europeo in carica e bravo ad avere la meglio sull’ungherese Tibor Andrasfi

Classifiche

Fioretto femminile -1. Rossini (Ita), 2. Ricci (Ita), 3. Tortelotti (Ita), 3. Yusova (Rus)5. Catarzi (Fra), 6. Tangherlini (Ita), 7. Ebert (Ger), 8. Posgay (Ger)

Spada maschile – 1. Jurka (Cze), 2. Andrasfi (Hun), 3. Debnar (Hun), 3. Guzhiev (Rus), 5. Gazzaniga (ITA), 6. Balzano (ITA), 7. Kolanczyk (Pol), 8. Diliberto (ITA)

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografie Augusto Bizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.