Marini e Isola, l’Italia chiude in trionfo a Udine

Nella seconda giornata di gare a Udine, arriva un doppio trionfo nel fioretto maschile e nella spada maschile. Fra continuità e digiuni spezzati.

 

Chiudere in grande stile una due giorni di gara cominciata alla grande. Due gare, due vittorie grazie alle firme di Tommaso Marini e Federica Isola. E due affermazioni dal sapore diverso: spezza un lungo digiuno il fioretto maschile, che non ascoltava l’inno di Mameli da quasi tre anni; prolunga la sua incredibile striscia vincente la spada femminile, che centra la quarta vittoria in stagione certificando quello che ha tutti i crismi della tirannia sportiva.

Jesi chiama, Jesi risponde. E dopo Serena Rossini – capitana della splendida tripletta tutta azzurra nella prova femminile di ieri – a far risuonare l’inno di Mameli al termine della prova di fioretto maschile a Udine è stato Tommaso Marini. Un successo, quello del marchigiano, che spezza un digiuno lungo quasi tre anni, da quando nel dicembre del 2012 Tommaso Ciuti sbaragliò la concorrenza nella gara spagnola di Terrassa. Batte tutti il marchigiano, chiudendo la sua cavalcata contro Anton Borodachev batutto per 15-10 nell’atto decisivo. Stop a un passo dal podio invece tanto per Alessandro Stella quanto per Davide Filippi, che chiudono quinto e ottavo.

E se il fioretto nel suo complesso si prende senza dubbio la palma di MVP della due giorni friulana, la spada al femminile invece continua il proprio dominio stagionale: Federica Isola spazza via tutte (ultima della lista, Alexandra Predescu, brava a impegnare la vercellese per qualche tratto del match prima del rush finale che chiude ogni discorso sul 15-12) e si prende la seconda affermazione stagionale, fortificando la sua posizione in cima alla classifica mondiale. Quattro in stagione per l’Italia a livello individuale ed ennesimo piazzamento sul podio, ai piedi dei quali si fermano tanto Beatrice Cagnin – sorpresa dalla Borsody, terza a pari merito con l’ucraina Chorniy – quanto Andrea Vittoria Rizzi

Classifiche

Fioretto maschile – 1. Marini (ITA), 2. Borodachev (Rus), 3. Loisel (Fra), 3. Semenyuk (Rus), 5. Stella (ITA), 6. Klein (Ger), 7. Savin (Fra), 8. Filippi (ITA).

Spada femminile – 1. Isola (ITA), 2. Borsody (Hun), 3. Chorniy (Ukr), 3. Borsody (Hun), 5. Cagnin (ITA), 6. Kesaeva (Rus), 7. Zivanovic (Srb), 8. Rizzi (ITA).

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografie Augusto Bizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.