Urlo Favaretto, suo l’oro nel fioretto femminile Under 20

L’azzurra batte Ebert in finale e trionfa nel fioretto Under 20. Podio per Martyanova e Yusova.

 

Un urlo, un salto e poi in lacrime in ginocchio quasi a voler baciare la pedana, con il viso trasfigurato da una gioia incontenibile. Martina Favaretto come Davide Di Veroli, sono loro il motore del 2001 bello e lucente della scherma azzurra – mi perdoni Lucio Dalla per la licenza-  Cadetti terribili in grado di imporre la loro legge fra i più grandi, anche al cospetto di chi, come Marta Maryanova (piegata in semifinale e terza assieme alla connazionale Viktoria Yusova) vanta un secondo posto Grand Prix; o di chi, come Leonie Ebert nel 2015 alla sua età andava a farsi un Mondiale assoluto e ora è titolare inamovibile nel quartetto tedesco.

Una condotta di gara semplicemente impressionante quello della fenomenale noalese allieva di Mauro Numa nella prova individuale di fioretto femminile agli Europei di Sochi: percorso netto al girone per cominciare, quindi le sistematiche demolizioni delle avversarie che in tre assalti mettono assieme complessivamente 11 stoccate. E quando l’asticella si è alzata, Martina si è fatta trovare pronta, dapprima andando a riprendere la Martyanova scappata via sul 7-4 e ribaltata con un perentorio 7-0 di parziale, quindi costruendo il suo capolavoro in finale contro la Ebert. Ci ha provato la tedesca a imporre il suo gioco e la sua scherma, trovandosi però l’azzurra sempre alle calcagna. Prima della zampata finale della campionessa, con la Ebert a un passo dallo striscione del traguardo e Martina che prima impatta sul 14-14 quindi mette la freccia e si va a prendere la posta in palio.

Tre medaglie in tre gare per lei, che fra i Cadetti aveva preso il bronzo individuale e trascinato le compagne all’ora a squadre, e domenica l’occasione di mettere a segno il poker nella gara a squadre. Dove avrà come alleate Marta Ricci, Serena Rossini ed Elena Tangherlini oggi fermatesi tutte agli ottavi di finale e desiderose di riscatto.

Classifica – 1. Favaretto (Ita), 2. Ebert (Ger), 3. Yusova (Rus), 3. Martyanova (Rus) 5. Lacheray (Fra), 6. Sunduchkova (Rus), 7. Hajas (Hun), 8. Matysiak (Pol)

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.