Solo l’Ungheria ferma gli spadisti azzurri, è argento a Sochi

Azzurri battuti dall’Ungheria nella finalissima e medaglia d’argento a Sochi. Bronzo per la Francia.

 

Argento, battuti solo dall’Ungheria. Si chiude così l’avventura degli spadisti azzurri (Gianpaolo Buzzacchino, Valerio Cuomo, Davide Di Veroli, Giacomo Paolini) nella prova a squadre Under 20 agli Europei di Sochi. Niente oro numero 4 per Di Veroli, che comunque torna a casa dalla Russia con 4 medaglie, niente oro per i Campioni del Mondo in carica, chiamati a difendere il titolo fra poco meno di un mese nell’appuntamento più atteso.

Le vittorie contro Svezia (45-29), Romania (45-31) e Polonia hanno scandito il cammino dei ragazzi di Cuomo fino all’atto finale, dove ad attenderli c’era l’Ungheria. Il match è per lunghi tratti giocato sul filo dell’equilibrio, con gli azzurri a partire bene, andare in vantaggio e provare a scappare, prima di venire raggiunti dagli avversari. Decisivo è l’ultimo giro: è lì che i magiari prendono il piccolo vantaggio che si rivela decisivo, con Di Veroli che non riesce a ripetersi contro Nagy e sul 34-27 è costretto ad alzare bandiera bianca.

Al terzo posto chiude la Francia.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.