Fioretto, il Grand Prix di Anaheim chiude la seconda parte di stagione

In California il secondo Grand Prix stagionale di fioretto. In programma la gara femminile e maschile. La presentazione.

 

La trasferta negli USA prima di una lunga pausa in vista del rush finale con rotta Wuxi. Tocca ancora a fiorettisti e fiorettiste inaugurare la seconda tornata delle prove Grand Prix, tre mesi dopo la due giorni torinese chiusasi con le vittorie di Inna Deriglazova e Alexander Massialas.

Si vola in California, in piena Orange County, in quella Anaheim famosa fra le altre cose per ospitare Disneyland Resort – inaugurato dallo stesso Walt Disney nel lontano 1955 – e per aver dato i natali a due personaggi che han dato un discreto contributo alla storia della musica: chi dando vita a uno dei più leggendari marchi di chitarre, ovvero Mister Leo Fender, chi – e parliamo di Jeff Buckley – invece regalando capolavori come Grace o una meravigliosa rivisitazione di Hallelujah di Leonard Cohen.

Venendo invece agli aspetti più strettamente agonistici, l’Italia del fioretto femminile riparte dalle tante belle indicazioni ottenute dalla trasferta di Algeri. La doppietta firmata da Alice Volpi ed Erica Cipressa ha permesso alle azzurre di cancellare finalmente lo zero alla voce “vittorie stagionali”. La stessa Cipressa ha confermato di vivere un ottimo momento di forma, vincendo domenica scorsa a Caorle la prova Open di qualificazione per i prossimi Assoluti di Milano. Pur in contumacia di Arianna Errigo, che ha optato per concentrarsi sulla contemporanea prova di sciabola femminile di Atene, ct Cipressa può comunque contare su tante frecce al suo arco, compresa anche l’ottima Elisabetta Bianchin ammirata in Algeria, dove è entrata nelle prime otto della classifica.

Per la vittoria finale, la favorita d’obbligo appare ancora Deriglazova, che dopo aver saltato Cancun e toppato la gara di St. Maur, ha inanellato due vittorie e un terzo posto. Naturalmente occhi puntati sulle ragazze di casa, Lee Kiefer in primis.

Paris, 18/19 january 2018
CHALLENGE INTERNATIONAL DE PARIS
In photo: FOCONI Alessio, GAROZZO Daniele e AVOLA Giorgio Photo: Augusto Bizzi

Per quanto concerne la gara al maschile, il Grand Prix di Anaheim arriva dopo una gara, quella di Bonn, che per gli azzurri è stata dai due volti: se infatti da una parte i big sono incappati in una giornata storta uscendo tutti pressoché subito dalla gara, dall’altra la trasferta tedesca ha visto brillare la stella di Guillaume Bianchi, terzo e al suo primo podio a livello assoluto, arrivato al termine di una prova di grande spessore in cui ha superato, fra gli altri, Timur Safin.

La voglia di riscatto dei vari Daniele Garozzoche comunque ha mantenuto la leadership del ranking MondialeAlessio Foconi, Andrea Cassarà e Giorgio Avola, ma anche quella di conferma del giovane frascatano potrebbero essere le armi decisive per l’italfioretto in una gara in cui dovranno districarsi fra una concorrenza come al solito elevata per qualità e quantità. I Fab Four americani (mattatori assoluti nelle gare a squadre con quattro vittorie in altrettante uscite), il già citato Timur Safin, ma anche francesi, coreani e tanti altri ancora, pronti ad animare una corsa all’oro avvincente e spettacolare.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.