Beffa francese, Di Veroli argento nella spada maschile

L’azzurro battuto alla priorità dal francese Midleton. Podio per Nguefack e Koch.

 

Maledetta fretta. Se c’è da fare un appunto alla meravigliosa gara di oggi di Davide Di Veroli é stata la troppa voglia di voler chiudere l’assalto contro Midleton e mettere le mani sull’oro Giovani della spada maschile. E invece il metallo più prezioso prende la direzione della Francia e di questo giovane spadista bravo a trovare il guizzo giusto per fulminare l’azzurro, partito in fleche dopo pochi secondi malgrado avesse la priorità dalla sua.

14-13 il punteggio che regala a Midleton il premio più ambito, e cancella all’azzurro un lieto fine che nulla toglie alla grande gara di un ragazzo che, é bene ricordarlo, ancora non ha compiuto 17 anni ma già tiene la pedana come uno scafato veterano, sostituendo i fronzoli schermistici con una remunerativa e spietata efficacia nel portare le stoccate. Il 15-4 con cui ha demolito l’ungherese Mate Tomas Koch in semifinale – terzo posto per il magiaro, in coabitazione con l’altro francese Lilian Nguefack- ne è forse la dimostrazione più lampante.

Per Davide incombe subito l’impegno di domani nella gara Cadetti, un titolo da difendere e i galloni del favorito da rispettare. Prima di tornare in pedana martedì nella gara a squadre, assieme ai suoi compagni in cerca di riscatto dopo la gara di oggi chiusa lontano dal podio, con Cuomo che chiude agli ottavi di finale mentre Paolini e Buzzacchino si fermano nel tabellone dei 32. Per lo stakanovista delle pedane, il tour de force é solo all’inizio.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.