Kharlan regina a Seul, Gregorio a una stoccata dal podio

Terza vittoria stagionale per l’ucraina, che in finale batte la Marton. Podio per Limbach e Pascu. Gregorio si ferma ai quarti.

 

Due su due nei Grand Prix, tre in stagione, 26 in Coppa del Mondo. Sceglie il palcoscenico del Grand Prix di Seul Olga Kharlan per aggiornare il suo pallottoliere di vittorie e allungare in testa al ranking di specialità 15-8 alla Marton per chiudere la giornata, 15-14 con brivido all’ottima Bianca Pascu, che già ad Atene l’aveva estromessa dal podio e che qui è andata a un passo dal batterla ancora.

A chiudere il podio, Anna Limbach. È propria la tedesca sorella d’arte a fermare la corsa di Rossella Gregorio, la migliore delle azzurre, a un passo – o meglio a una sola stoccata – dal podio: tanto amaro in bocca per la sciabolatrice salernitana, in una giornata in cui il resto delle azzurre si fermano lontane dal podio. Martina Criscio viene battuta nel tabellone delle 16, mentre già al secondo assalto di giornata si era chiusa la corsa di Rebecca Gargano (uscita sconfitta dal derby proprio contro la Criscio) e Camilla Fondi.

Fra gli stop al primo turno anche quelli di Irene Vecchi – incappata nella rientrante Mariel Zagunis, che ha chiuso fra le prime otto la sua gara di rientro post maternità – e Arianna Errigo, con la muggiorese che è anche stata vittima di un malore nel minuto di pausa del match contro Anna Marton, poi perso per 15-10. Fuori al primo assalto anche Michela Battiston, Chiara Mormile e Loreta Gulotta.

Twitter: agenna85

Pianeta Scherma su Twitter

Pianeta Scherma su Facebook

Fotografia Augusto Bizzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.